McLaren 720S GT3

McLaren il costruttore britannico di vetture sportive e supercar, amplierà le sue già vincenti attività, nella categoria GT con una serie di nuove iniziative

McLaren GTMcLaren Automotive per poter supportare al meglio i clienti che si impegno nel mondo dello gare, ha selezionato un network di concessionarie specializzate nel motorsport che saranno responsabili per la vendita sia di vetture da strada nonché da pista.  Inoltre a partire dall’anno prossimo i clienti potranno competere in un campionato GT monomarca.  Infine la società supporterà la crescita di nuovi e giovani talenti  con un programma speciale definito Driver Development Programme. I primi due disegni “emozionali” che prefigurano la nuova GT3 sono stati resi pubblici. Si parte da un nuovo programma per la nuova e pluripremiata McLaren 720S, che guarda ovviamente ai successi  di entrambe le vetture McLaren 12C gt3 e 650S GT3. La 720S GT3 beneficerà dall’esperienza e dei tanti dati acquisiti, dalle molte vittorie conquistate da McLaren in queste sei stagioni tra gare, campionati e attività nel motorsport.  Dopo la fine di un programma di sviluppo molto intenso durante la stagione 2018, la 720S GT3 farà il suo debutto nel mondo delle competizioni con squadre formate dai clienti nella stagione 2019 e sarà conforme con il regolamento GT3 e  idonea a competere in qualsiasi gara GT nel mondo.

McLaren 720S GT3La struttura in fibra di carbonio denominata MonoCage II che è al cuore della vettura fornisce le basi  per una vettura con motore posteriore centrale  e trazione posteriore fatta per attrarre indifferentemente professionisti e piloti meno esperti.  Una versione preparata per le gare del motore McLaren 4.0 litri, bi-turbo V8 M840T legata ad un cambio a sei marce sequenziale fornirà la potenza.  La carrozzeria aerodinamicamente ottimizzata della 720S GT3 sarà composta da parti in composito e fibra di carbonio, con un pacchetto aerodinamico creato su misura.  Le sospensioni saranno composte, sia per l’anteriore che per il posteriore, da ammortizzatori regolabili e molle a spirale specifiche. La 720S GT3 segue le orme della 650S GT3 che dal suo lancio nel 2014 ha dimostrato di essere una vettura vincente e di successo a livello mondiale nelle più alte categorie GT.  Un palmares che vede la conquista di titoli nei quattro continenti dove ha gareggiato, inca partire dalla Asian LeMans, Campionato Australiano GT, la 12 ore Bathurst, la Coppa Endurance Blancpain e il World Challenge Pirelli.  Questa vettura era un evoluzione dell’originale 12C GT3 che fu lanciata nel 2010.  Dopo un intenso programma di sviluppo per tutto la tutta la stagione del 2011, la 12c GT3 fece il suo debutto un anno dopo vincendo 19 gare ed 19 ulteriori podi ed una pole position nella leggendaria gara di 24 ore di Spa.

Per garantire il servizio ed il supporto necessario a questo piano di espansione nel mondo delle gare e delle piste per i clienti, McLaren Automotive ha inoltre confermato le prime informazioni relative alla creazione della rete di concessionarie scelte per essere rivenditrici dei prodotti motorsport della marca.  Ad oggi sono 10 le concessionarie McLaren , che inizialmente offriranno supporti ed l’assistenza per questi nuovi prodotti e le concessionarie  titolate ad oggi sono: McLaren Glasgow, concessionaria che ha vinto il premio quale migliore concessionaria dell’anno sempre in Europa Zurigo;  il Nord America sarà rappresentato da Dallas, Newport Beach, Philadelphia, San Francisco, Scottsdale e Toronto, mentre la regione dell’Asia-Pacific sarà rappresentata sia da Melbourne e dalla casa spirituale della McLaren, la Nuova Zelanda con il concessionario di Auckland. La società ha anche svelato i propri piani per ampliare l’odierno programma Pure McLaren dedicato alle giornate in pista  per i clienti, creando la serie di gare Pure McLaren-GT che farà il suo debutto nel 2018 in alcuni dei più prestigiosi circuiti europei.  Questa nuova serie è indirizzata a proprietari McLaren con una importante un’esperienza di guida su circuito alle spalle e che vogliono muovere i primi passi nel mondo della gare,  contado non solo sul loro talento e sulla propria vettura ma anche e soprattutto sul supporto di esperti McLaren nel mondo del motorsports che garantirà ai clienti di beneficiare di oltre cinque decenni di know-how nel mondo delle competizioni.

Questa serie sarà dedicata solamente ai proprietari McLaren con un minimo di patente Internazionale di categoria D, e potranno usufruire di un pacchetto completo denominato “arriva e guida” che garantisce la gestione globale della vettura da parte degli ingegneri e tecnici McLaren, liberando così i proprietari dalle classiche preoccupazioni e permettendo loro di concentrarsi sulla guida.  Ulteriori dettagli riguardanti il calendario le sedi per la nuova serie Pure McLaren-GT saranno annunciate nei prossimi mesi. McLaren è quanto mai determinata a scoprire e far crescere i futuri talenti nel mondo gare.  Con le nuove vetture ci sarà anche un nuovo programma di sviluppo concepito per far crescere le nuove generazioni di piloti GT.  Per dare un boost al nuovo McLaren Automotive Driver Development Programme, quattro promettenti piloti inglesi sono stati selezionati dall’esistente scuderia legata a McLaren e gareggeranno in coppia su due 570S GT4 nel corso del 2018.

Il Programma identificherà i giovani talenti e creerà un terreno fertile per la crescita dei futuri McLaren Factory Drivers offrendo loro un’educazione nel mondo del motorsport. Questo supporto interessa l’aspetto tecnico grazie ad un mentore. La figura del tutor verrà affidata ad un  pilota professionista del team di piloti McLaren,  ma anche e di rilevante importanza valutazioni e consigli sia per la preparazione atletica che per la nutrizione, ma anche per l’aspetto più commerciale, con le attività di PR, marketing e supporto verso il mondo degli sponsor. I piloti saranno regolarmente seguiti e valutati sulle loro performance con un programma sviluppato su misura in maniera da garantire che ognuno dia sempre il meglio di se ogni volta che essi affrontano una competizione. Il programma include l’accesso ai simulatori ed un programma di lavoro con le squadre di ingegneri per meglio assimilare i dati della telemetria e la strategia da gara.

Jordan Albert (21), Charlie Fagg (18), Michael O’Brien (22) e Lewis Proctor (21) avranno tutti un coach professionista che fa parte di Pure McLaren e condivideranno le loro esperienze con Rob Bell il quale si unisce alla McLaren come Factory Driver in qualità di mentore dei giovani piloti. Nel 2018 verrà annunciata un competizione dedicata ai piloti per poter accedere al programma di piloti nel 2019 (International Development Programme) gestito da McLaren Automotive.  Maggiori dettagli su questo programma verranno rilasciati nel corso del prossimo anno.