LaPresse/Falcone

Una rete di de Vrij illude i biancocelesti che vengono raggiunti nel finale da un calcio di rigore assegnato dal Var: Babacar non fallisce, 1-1 tra Lazio e Fiorentina

LaPresse/Falcone

La testa di Stefan de Vrij fa pensare a lungo alla Lazio di aver cancellato il derby e di poter agganciare la Roma, ma la beffa arriva in pieno recupero, quando Caicedo, appena entrato, colpisce Pezzella in area causando il rigore (segnalato a Massa dalla Var) che Babacar trasforma nel definitivo 1-1. L’ex Pioli non esce dunque a mani vuote dall’Olimpico, mentre a Inzaghi non riesce l’assalto a quota 31, registrando dunque un’altra frenata in zona Champions. L’1-1 finale non è però demeritato dai toscani, per l’occasione in verde, che hanno la prima opportunità con Thereau, ignorato poco dopo da Veretout: fa buona guardia Strakosha, ultimo baluardo di una formazione sempre più confermata in campionato da Inzaghi. Bastos-de Vrij-Radu il trio di difesa, regia a Lucas Leiva, Luis Alberto e Milinkovic-Savic a sostegno di Immobile. Il primo tentativo della Lazio al 21′, quando Sportiello devia in corner, non senza difficoltà, il destro a giro di Luis Alberto. Il vantaggio è rinviato di appena quattro minuti: punizione dell’ex Liverpool, de Vrij sovrasta Pezzella e batte Sportiello, incolpevole. Risponde la Fiorentina: Veretout trova Chiesa, che in spaccata di prima innesca Simeone, alto il destro dell’argentino dal cuore dell’area. Nella Lazio e’ sempre Luis Alberto a menare le danze: il diagonale dello spagnolo è out di un nulla.

LaPresse/Falconelazio fiore

Si rientra con gli stessi 22 e il tentativo niente male di Benassi, che si guadagna un corner, mentre Strakosha risponde presente sull’incursione di Chiesa, innescato da Thereau. Azione insistita della Lazio: Lulic trova Parolo, bravo a inserirsi, meno a deviare verso la porta. Pioli si gioca la carta Babacar (sara’ vincente) e cambia modulo inserendo anche Vitor Hugo e passando alla difesa a tre: non mancano le incursioni verso Strakosha, che blocca senza difficolta’ su Veretout e Babacar. Bravo Sportiello, sul fronte opposto, a dire no al primo vero guizzo di Immobile (70′). Inzaghi cambia gli esterni per dare piu’ vigore alla manovra biancoceleste, mentre la partita scorre in bilico anche perche’ Sportiello riscatta qualche incertezza precedente murando Parolo e Luis Alberto dopo la cavalcata di Lukaku (86′). Finale da brivido: Caicedo, appena entrato in campo, scalcia Pezzella: Massa fa proseguire e lo stesso Pezzella esalta i riflessi di Strakosha con una splendida mezza rovesciata. Non fa in tempo a disperarsi la Fiorentina né a esaltarsi la Lazio: perche’ il Var osserva, implacabile, e giudica da rigore il contatto. Dal dischetto va Babacar, che spiazza Strakosha e firma il definitivo 1-1. Rabbia Lazio, anche Tare in campo a protestare, ma la Fiorentina non ha rubato nulla. (ITALPRESS). fsc/red