Francesco Molinari
LaPresse/PA

al Jumeirah Golf Estates Francesco Molinari duellerà con Tommy Fleetwood, Justin Rose e Sergio Garcia per la conquista del trofeo

Francesco Molinari
LaPresse/PA

Al Jumeirah Golf Estates di Dubai si conclude la stagione dell’European Tour con la disputa del DP World Tour Championship Dubai (16-19 novembre) al quale partecipano i primi 60 classificati nella Race To Dubai (ordine di merito) al netto dei rinunciatari. Unico italiano in gara Francesco Molinari, decimo in graduatoria, reduce dalla prova double face del Nedbank Golf Challenge in Sudafrica, dove è stato in corsa per una posizione di altissima classifica fino a tre buche dalla fine, quando ha perso sei colpi. Ha scritto su Twitter: “ancora un po’ scioccato dal finale di domenica. La delusione è tanta per aver buttato via una rimonta che venerdì sera sembrava quasi impossibile. Si volta pagina a Dubai ed è l’occasione per rifarsi subito”.

Il torinese potrà salire ulteriormente nella money list, mentre saranno in corsa solo tre giocatori per la leadership europea: l’inglese Tommy Fleetwood, in vetta alla Race To Dubai (E 4.235.977) e i due che lo seguono, il connazionale Justin Rose (E 3.979.250) e lo spagnolo Sergio Garcia (E 3.184.582). Rose diventa re d’Europa se vince o giunge secondo e con il terzo posto deve sperare che Fleetwood termini dopo il settimo. Limitatissime la chance di Garcia che si materializzerebbero solo con la vittoria e purché Fleetwood scivoli oltre la 12ª piazza e Rose dopo la terza. In un field di altissima qualità tecnica saranno in molti a poter interferire nella lotta a tre sia alla luce di un titolo tra i più prestigiosi nel circuito, sia perché il torneo è l’ottavo e ultimo delle Rolex Series e offre una allettante prima moneta di 1.175.051 euro su un montepremi di circa  6.820.000 euro ($ 8.000.000). Ricordiamo, tra gli altri favoriti, gli iberici Jon Rahm e Rafa Cabrera Bello, gli inglesi Matthew Fitzpatrick, campione uscente, e Tyrrell Hatton, vincitore dell’Open d’Italia, il belga Thomas Pieters, i sudafricani Branden Grace e Charl Schwartzel e il thailandese Kiradech Aphibarnrat.

Quanto a Francesco Molinari ha le carte in regola per puntare al successo, purché non si distragga come nel finale in Sudafrica. Tra i 60 aventi diritto due sole defezioni, ma importanti: quelle del nordirlandese Rory McIlroy e dello svedese Henrik Stenson sostituti dagli inglesi Ian Poutrer e Paul Waring. Il torneo su Sky – Il DP World Tour Championship Dubai sarà teletrasmesso in diretta da Sky. Prima giornata: giovedì 16 novembre, dalle ore 9 alle ore 14 (Sky Sport 3 HD).