Svezia Italia
LaPresse/Fabio Ferrari

Siamo andati in Svezia impauriti e vuoti e ci siamo fatti ‘massacrare’ da questa Svezia. Dimenticando, ‘grazie’ a Ventura di essere l’Italia

LaPresse/Reuters

“Dobbiamo essere i primi a volerla ribaltare. Noi dovremo dare tutto, loro oggi erano 11 animali noi dovremo avere ancora più rabbia. Gli episodi poi a volte ti condannano. Concentriamoci sugli altri 90 minuti che mancano. Paura? Dobbiamo cercare di toglierla ed affrontarla a testa alta”, parola di Darmian. Che parla di undici animali dai capelli biondi, quasi a volere – anche lui – trovare scuse per il tonfo clamoroso della Nazionale. Irriconoscibile e svuotata da ogni idea tattica, senza spirito né carattere. Un’Italia che rispecchia al meglio il momento ‘confusionale’ vissuto dal CT Ventura (clicca qui), che non è riuscito a dare un gioco a questa squadra e che – alla vigilia del match più importante della storia recente azzurra – ha deciso di affidarsi ad un modulo mai provato prima (il 3-5-2), sacrificando il più grande talento che questa Nazionale dispone Insigne. Ricordare che l’azzurro è stato poi inserito a gara in corso (nei minuti finali) al posto di Verratti (a centrocampo! CLICCA QUI) è un atto di autolesionismo al quale avremmo volentieri fatto a meno. Forse siamo andati in Svezia timorosi e impauriti, con la speranza di ottenere uno 0-0 ‘all’italiana’. Non siamo riusciti nemmeno in quello: perché noi non siamo quelli. Noi, siamo l’Italia. Nonostante Ventura.

Leggi anche—> Buffon distrugge Ventura e Tavecchio, l’analisi è massacrante: “ecco cosa dico di questa Italia”

Leggi anche—> Chiellini, vergogna in eurovisione: bruttissimo gesto antisportivo durante Svezia-Italia [VIDEO]

Leggi anche—> L’Italia non merita Ventura: esonero immediato e squadra a un tecnico federale, ecco l’unica strada Mondiale