Al termine dell’inno svedese, il terzino della Svezia, Mikael Lustig, ha urlato un pesantissimo insulto nei confronti del pubblico italiano

Nelle ultime ore in Svezia è scoppiata una clamorosa polemica. A finire al centro di un’aspra bufera mediatica è stato Mikael Lustig, terzino della Svezia e del Celtic. Il giocatore, avversario dell’Italia nello spareggio Mondiale, si è reso protagonista di un vile gesto, condannato aspramente in patria. Durante l’inno svedese, sentendo i riprovevoli fischi del pubblico di San Siro, Lustig ha urlato: “Jävla fittor är dom”, un insulto alla virilità del pubblico italiano. La stampa svedese ha attaccato Lustig che in quanto calciatore dovrebbe essere un “modello sa seguire” e non può permettersi certi comportamenti, chiamando in causa anche la moglie del giocatore chiedendole se usa lo stesso linguaggio anche fra le mura domestiche.