Italia senza Mondiale, l’ex Milan Costacurta spiega così i motivi della clamorosa apocalisse azzurra. E focalizza l’attenzione su un aspetto particolare

LaPresse/Spada

Italia senza Mondiale, una situazione che in molti ancora oggi faticano a credere ma che purtroppo rispecchia la realtà. Un fallimento firmato Tavecchio e Ventura, ma che secondo Billy Costacurta – ex difensore del Milan e oggi opinionista Sky Sport – poggia le basi anche su un campionato poco allenante come la nostra Serie A. Queste le sue parole riportate da MilanNews.it:

“In realtà io credo che ci sia una nuova ondata di giovani che sono stati immessi nel nostro campionato e stanno facendo bene, ma è un percorso breve: non hanno ancora dato i risultati che dovrebbero arrivare. Credo ci sia stata in questa occasione poca qualità mentale, una squadra che subisce così a Madrid credo non fosse pronta mentalmente: forse c’è un campionato non allenante e poca qualità tecnica dei giocatori. Io e Albertini siamo cresciuti in una squadra che arrivava un anno si e uno no in semifinale o finale nelle coppe, e tra vittorie e sconfitte si trova spesso la forza per arrivare ad una crescita: giocavamo tutti in squadre di altissimo livello partite importanti, molti di questa Nazionale no. Tanti non sono abituati a subire pressioni”, le parole di Costacurta.