Nel Paese del Sol Levante la precisione dei treni è un obbligo e non si accettano partenze in anticipo o in ritardo

In Italia siamo ormai abituati a ritardi interminabili quando si parla di treni, mentre in Giappone la situazione sembra decisamente capovolta. Il treno che collega che collega la città di Tsukuba con Tokyo doveva partire alle 9.44.40 ma è partito alle 9.44.20 secondi, ovvero appena 20 secondi prima.

Nonostante la differenza di orario sembri irrilevante, la compagnia dei treni giapponesi si è scusata ufficialmente con la clientela per il disguido, spiegando che la colpa è stata dell’equipaggio che non ha controllato l’orario esatto.

La puntualità dei treni in Giappone è proverbiale, nessun treno infatti può partire in anticipo o in ritardo e molti passeggeri hanno l’orologio sincronizzato per prendere coincidenze che spaccano il secondo.