LaPresse/Photo4

Toto Wolff ha analizzato la stagione della Mercedes, soffermandosi poi sul rinnovo di contratto Lewis Hamilton

David Davies

La stagione si è chiusa in trionfo per la Mercedes, il Gp di Abu Dhabi ha fotografato appieno il 2017 del team di Brackley, capace di conquistare sia il titolo piloti che quello Costruttori. Un risultato esaltante per Wolff e la sua squadra, impegnati adesso con i test Pirelli 2018 che vedranno scendere in pista sia Hamilton che Bottas. Dopo una piccola vacanza trascorsa ad Abu Dhabi, il team principal della scuderia campione del mondo ha analizzato la stagione appena conclusa, soffermandosi anche sul rinnovo di Hamilton:

“La cosa più importante è non dare mai la vittoria come acquisita senza dimenticare che, in circostanze avverse, vincere assume un sapore più dolce. Dobbiamo prendere con le molle il risultato di Abu Dhabi e non pensare che una simile supremazia si riproduca automaticamente. Prevedo l’anno prossimo un campionato ancora più competitivo. Il cambio di posizione di Budapest? Una scelta difficile ma importante perché riconfermava i valori della nostra squadra. Un team di Formula 1 non può diventare una seconda famiglia, serve stress per crescere ancora. Il rinnovo di Hamilton? Non abbiamo ancora firmato ma Lewis vuole restare e noi lo vogliamo tenere. Credo che sarà naturale andare avanti altri 2 o tre anni insieme. Lo conosco da 5 anni, mai ha corso così bene. Si è addolcito nel carattere. Non ha più vinto dopo il titolo? Questi ragazzi spingono sempre al limite e Lewis non ha mai sbagliato una mossa. Ha sbagliato in Brasile, ma è meglio quando non conta più”.