LaPresse

Dopo le aggressioni avvenute in Brasile, la FIA ha chiesto a Liberty Media un rapporto sugli incidenti che verrà esaminato nel prossimo Consiglio Mondiale

LaPresse/Photo4

La questione sicurezza è diventata di primaria importanza in seno alla FIA dopo quanto accaduto in Brasile, dove i tecnici della Mercedes e quelli di Pirelli sono rimasti vittime di tentate aggressioni. Situazioni incresciose che hanno spinto la Federazione Internazionale ad inserire la sicurezza del personale dei team di Formula 1 tra i punti all’ordine del giorno del Consiglio Mondiale della Fia del prossimo 6 dicembre. La prima conseguenza di quanto accaduto ad Interlagos è stata la cancellazione dei test Pirelli, programmati sulla stessa pista in cui si è tenuto il penultimo appuntamento del Mondiale. La FIA ha svelato di aver chiesto a Liberty Media un rapporto sugli incidenti che verrà esaminato nel prossimo Consiglio:

“Parleremo di come implementare in modo efficace le procedure di sicurezza da applicare in ciascun evento della Formula 1, estendendole agli altri campionati Fia per massimizzarne l’effetto ovunque. La Fia vuole lavorare in stretto contatto con gli organizzatori della Formula 1 per garantire un ambiente sicuro per tutti, addetti ai lavori o semplici visitatori”.