F1, Kubica adesso trema: le prestazioni di Sirotkin ad Abu Dhabi mettono in crisi la Williams

SportFair

Le ottime prestazioni di Sirotkin fornite nei test Pirelli di Abu Dhabi hanno messo in crisi la Williams, Kubica adesso non è più sicuro di affiancare Stroll nel 2018

LaPresse/Photo4

Il miglior tempo per la Williams nella due giorni di test Pirelli ad Abu Dhabi porta la firma di Robert Kubica, capace di fermare il crono sull’1:39.485, un decimo più veloce della prestazione fatta segnare da Lance Stroll. Un riferimento che ha strappato un sorriso all’intera scuderia di Grove, considerando il fatto che il polacco abbia dovuto familiarizzare con numerosi componenti mai visti nel corso della sua carriera, uno su tutti le nuove gomme hypersoft. Una prestazione, quella di Kubica, che ha soddisfatto il direttore tecnico Paddy Lowe, che ha catalogato come ottimo il lavoro svolto sulla pista di Yas Marina. Stessa considerazione fatta per Sergey Sirotkin, riuscito ad essere veloce in tutti i long-run e a fornire al team importanti feedback sui nuovi pneumatici. Elementi che hanno sorpreso la Williams, adesso non più convinta di affidare il proprio sedile a Kubica come sottolineato da Paddy Lowe:

 

“Sergey è stato grande – ha confermato Lowe – è un pilota con cui non avevamo mai lavorato in precedenza, a parte un test al simulatore. È un ragazzo molto promettente, disciplinato e maturo, ha completato un test molto positivo e ci ha fornito dei feedback eccellenti. Non voglio però parlare di velocità, è un argomento complicato. Le condizioni della pista sono variate molto da mattina a pomeriggio, e per trarre le giuste conclusioni ci vogliono delle analisi attente. Prenderemo la decisione nel momento in cui saremo pronti. Abbiamo molte informazioni, ci prenderemo il nostro tempo”.