FLOP - Horner: non si può sempre iniziare la stagione rincorrendo, alla lunga si paga. Puntualmente però la Red Bull incappa nello stesso errore e, la colpa, non può che essere del boss, cioè Horner. 'Distratto'. LaPresse/Photo4

Chris Horner ha parlato della superiorità della Mercedes, soffermandosi poi anche sulla querelle motori 2018

LaPresse/Photo4

Un inizio di stagione difficile, alternato ad un finale in crescendo. La Red Bull chiede con un mezzo sorriso il 2017, nonostante il terzo posto nella classifica Costruttori. Un risultato non proprio soddisfacente, dettato soprattutto dalla superiorità della Mercedes, mostrato anche ad Abu Dhabi. Chris Horner non si nasconde dietro un dito, sottolineando in conferenza stampa come le Frecce d’Argento abbiano dimostrato di essere ampiamente superiori:

Abbiamo corso su circuiti sensibili alla potenza. Il Brasile è uno di questi, e a Yas Marina abbiamo visto che la Mercedes è stata una classe a parte. Ascoltando i loro messaggi-radio si può capire quando i piloti hanno utilizzato le mappature del motore più spinte, e in quel momento nel settore centrale erano imbattibili. A seconda della mappatura che scelgono possono alzare o abbassare il tempo di mezzo secondo, quindi tanto di cappello. Non scopriamo oggi che sul fronte power unit stanno facendo un gran lavoro, e i cavalli del motore fanno la differenza”.

Chris Horner si sofferma poi anche sulla querelle motori, caratterizzata dal fatto che nella prossima stagione scenderà a tre il numero di propulsori da utilizzare nel corso dell’anno:

“Tre motori nel 2018? Credo che vedremo molte penalità in griglia, ed il rischio di vedere un campionato condizionato da questo aspetto, è davvero pazzesco. Qualunque cosa dica Toto oggi, il suo presidente non esecutivo era sulla linea del mantenimento dei quattro motori all’inizio dell’anno, perché di fatto è una falso risparmio ridurre il numero di power unit. Economia. Nell’ultimo incontro Sergio Marchionne ha detto di essere contrario a cambiare le cose, quindi non ci sono chance per il prossimo anno. La Ferrari via dalla Formula 1? Ovviamente sarebbe un grande danno per il circus, vogliamo correre contro la Ferrari, è uno dei marchi più prestigiosi nella storia della Formula 1. Magari si sopravvivrebbe anche senza la Ferrari, ma credo che tutti noi preferiamo correre in una Formula 1 con la Ferrari piuttosto che senza. Ma a patto che non alterino le regole del gioco a loro favore, ma questa è una domanda che va posta a Liberty Media”.