LaPresse/Photo4

Intervenuto a Radio Rai, Flavio Briatore ha parlato della stagione della Ferrari, scagliandosi poi contro Raikkonen

LaPresse/Photo4

La furia di Briatore contro la Ferrari, parole di fuoco dell’ex team principal della Renault nei confronti della scuderia di Maranello. La gestione dei piloti nel mirino del manager di Alonso che, intervenuto a Radio Rai nel corso del programma Gr parlamento, alla Politica nel Pallone, ha auspicato una rapida sostituzione di Raikkonen con Max Verstappen, unico talento secondo Briatore dell’attuale Formula 1.

“Siamo tutti contenti della vittoria Ferrari, ma non scordiamo che mancava l’attore principale perché Lewis Hamilton partiva dai box… abbiamo visto la rimonta che poi ha fatto. La Ferrari ha avuto la possibilità di dare botta al sistema Mercedes, non c’è riuscita. La colpa è dei piloti, di chi altro? Si sono buttati fuori da soli a Singapore. Inutile dare la colpa a Verstappen, dovevano lasciarlo pensare. Potevi tentare di sorpassarlo dopo e al massimo accontentarti di un secondo posto. Prendere zero punti è un problema. E lo è anche per il morale del team. La Ferrari doveva gestire meglio i piloti, ai miei tempi quando Fernando lottava per il titolo ci sono state gare in cui gli ho consigliato di non ingarellarsi con le McLaren… Prenditi i punti del terzo posto, lasciali andare, non rischiare di farti buttare fuori. Per vincere il Mondiale ci vogliono due piloti. La Ferrari oggi non li ha. Con Raikkonen, il Mondiale costruttori non lo vinci mai. Prenderei subito Verstappen che è un vero gladiatore, l’unico talento vero della Formula 1 di oggi. A Singapore non poteva frenare per far passare le due Ferrari, corre per vincere una gara, gli altri correvano per il Mondiale. Non so cosa farà Marchionne, è imprevedibile, ma non ho nulla contro Arrivabene. Alonso? A Fernando basterebbe un mezzo motore… è ancora il più consistente e forte che c’è, non si rilassa mai. Speriamo nell’anno prossimo”.