LaPresse/Photo4

Flavio Briatore ha parlato degli attuali V6 ibridi, sottolineando come la loro introduzione sia stata una vera e propria scemenza

LaPresse/Photo4

La discussione sulla rivoluzione dei motori e sull’introduzione del budget cap a partire dal 2021 continua a coinvolgere tutti i massimi rappresentanti dei team di Formula 1, divisi su che posizione tenere a riguardo. Sulla questione è intervenuto ai microfoni di Auto Hebdo anche Flavio Briatore, che ha pensato più a distruggere gli attuali propulsori piuttosto che a parlare del futuro:

“I V6 ibridi sono una pura e semplice scemenza, rappresentano l’ultimo regalo del vecchio board della FIA presieduto da Max Mosley, una bomba a scoppio ritardato. Si continua a sentir parlare dell’elettrico ma anche le batterie inquinano in maniera rilevante. La Federazione però ha fatto di tutto per introdurli e purtroppo non solo hanno distrutto la Formula 1, ma hanno altresì incrementato i costi in maniera esponenziale. Quando ero ancora ai vertici del team Renault avevo ingaggiato un vero braccio di ferro con i federali per cercare di ottenere il congelamento dello sviluppo delle unità ed infatti con quel provvedimento le spese erano diminuite drasticamente. Per capirci meglio, a Viry Chatillon avevamo 400 dipendenti e siamo riusciti a scendere a 150. Quella era la soluzione perfetta”.