Andrea Dovizioso
LaPresse/EFE

Nonostante la nona posizione ottenuta nelle qualifiche del GP di Valencia, Dovizioso non si lascia prendere dal panico e analizza lucidamente la gara di domani

Il Gp di Valencia è entrato nel vivo! Dopo le quattro sessioni di prove libere, utili ai piloti per trovare la confidenza giusta con la pista spagnola e il setting perfetto della moto, i piloti della categoria regina sono scesi in pista per le qualifiche dell’ultimo appuntamento della stagione 2017. Nonostante una caduta a due minuti dal termine, Marc Marquez riesce a chiudere le qualifiche conquistando la pole position. Giornata complicata invece per Dovizioso che si ferma sul nono tempo e dovrà partire domani dalla terza fila. Il pilota italiano non perde la calma e nell’intervista post qualifiche svela come la gara di domani era, resta e sarà difficile:

Era abbastanza impossibile prima di arrivare qua, è sempre uguale. Rimane sempre l’abbastanza, quindi ci proveremo fino alla fine, anche se non stanno succedendo cose inaspettate. Non siamo tra i più veloci, ma stiamo lavorando forte in tutti i turni per migliorare la mia fluidità. Pomeriggio abbiamo fatto uno step e credo che il nostro passo può essere da podio, però sono in tanti ad avere un buon ritmo, quindi in 30 giri può succedere di tutto. Sapevamo che sarebbe stata difficile, ma è ancora tutta da scrivere. L’importante è cercare di lottare per il podio e non pensare al Mondiale. Marquez sicuramente è molto veloce, ma lo sono anche Pedrosa, Lorenzo e Zarco. Inoltre credo che sarà dalle partita anche Iannone, quindi siamo in tanti. Per ora non è stato un weekend facile, ma noi non molliamo. Forse guido ancora un po’ troppo aggressivo, che non è il massimo in ottica gara, quindi dobbiamo ancora lavorare“.