LaPresse/PA

Jean Christophe Peraud è il nuovo manager supervisore dell’UCI. L’ex ciclista dovrà risolvere il caso Fabian Cancellara

Jean Christophe PeraudJean Christophe Peraud, ex ciclista dell’Ag2R La Mondiale, è diventato il nuovo manager supervisore nel campo dei materiali e della lotta alla frode tecnologica dell’UCI. Il Presidente David Lappartient ha voluto fortemente la figura dell’ex corridore per cercare di debellare la presenza di motorini all’interno delle biciclette. Davide Lappartient, come riportato dalla Gazzetta dello Sport, ha spiegato i motivi della scelta di dare a Peraud questo incarico:

“Peraud è la persona ideale per ricoprire questo incarico non solo per la carriera di alto livello che ha avuto, ma anche per il suo background di conoscenze”.

Jean Christophe Peraud è entusiasta di questo nuovo incarico:

“non mi sono ritirato da troppo tempo, ma avevo ancora voglia di continuare a lavorare per lo sport che amo. Questa nuova sfida corrisponde perfettamente a quello che volevo. Ci investirò tutte le mie energie e tutte le mie conoscenze. L’Uci ha già una politica concreta e incisiva sia sui materiali, sia sulla lotta alla frode tecnologica, ma sono convinto che si possa ancora migliorare. E’ esattamente quello su cui comincerò a lavorare”.

LaPresse/Fabio Ferrari

Jean Christophe Peraud come primo incarico dovrà capire se l’americano Phil Gaimon nella sua autobiografia ‘Draft Animals’ ha detto la verità o meno sul caso Fabian Cancellara. L’ex velocista svizzero è stato accusato dall’ex ciclista della Cannondale di aver utilizzato un motorino durante la Milano-Sanremo del 2008. Per ora Fabian Cancellara e il suo manager Armin Meier non hanno rilasciato nessuna dichiarazione, mentre il meccanico danese Rune Kristensen, ha dichiarato: “sarebbe stato impossibile nascondere un motore nella bici senza essere scoperti”.