LaPresse/Reuters

Approvato oggi dalla giunta regionale, su proposta dell’assessore Ferraris, l’accordo di programma tra la Regione Piemonte e la Città di Ivrea, per l’adeguamento dell’impianto sportivo fluviale di canoa-kayak

Un accordo grazie al quale la struttura sarà sempre più in grado di ospitare eventi internazionali di grande importanza per il territorio, garantendo la permanenza dell’alta qualità del Centro federale di canoa slalom voluto proprio dalla Regione Piemonte di concerto con la Federazione. Già nel giugno del 2016 l’impianto di Ivrea ospitò la prima prova della Coppa del Mondo 2016 di canoa slalom, manifestazione regina dell’International Canoe Federation, con la partecipazione di 37 nazioni e di 250 atleti. L’impianto è stato però di nuovo protagonista anche quest’anno, con l’ultima prova di Coppa del Mondo 2017 e lo sarà anche tra maggio e giugno 2018, quando si terranno il Mondiale Junior e Under 23 di canoa slalom.

Per l’assessore regionale allo Sport Giovanni Maria Ferraris“questo atto riconosce i numerosi sforzi ed investimenti attivati dalla Regione per la sistemazione del canale di gara, nonché un apprezzamento al connubio vincente costituito da sport e natura che si è saputo offrire nel pieno centro di una città di storia. Un impianto unico nel suo genere, divenuto quest’anno Centro federale nazionale grazie alla visione ed al congiunto impegno di Regione e Federazione, che ha saputo meritarsi un posto nel circuito dell’elite mondiale della canoa slalom, affiancandolo così agli impianti d’acqua mossa di Sidney, Londra e Praga”.

I lavori di adeguamento, necessari per garantire lo svolgimento dei più importanti eventi sportivi internazionali, saranno sudditi in due lotti. L’impegno complessivo di spesa previsto  è di 380.000,00 euro,  di cui 100.000,00 euro coperti della Regione Piemonte.

“I lavori di adeguamento – ha concluso l’assessore Ferraris – consentiranno non solo di ospitare un grande evento il prossimo anno, ma renderanno anche il territorio più attrattivo per le più importanti manifestazioni internazionali di alto profilo, che diventano occasione per offrire un’indiscussa vetrina per la promozione del territorio regionale, non solo come meta ambita dagli appassionati sportivi, ma come autentico luogo di eccellenza, che sa coniugare insieme sport, ambiente, storia, cultura e turismo”.