Nella mass start femminile di Sjusjoen arrivail successo di Olsbu, Runggaldier unica azzurra al via ma ritirata a metà gara

Seconda giornata di gare sulla pista di Sjusjoen in preparazione della tappa inaugurale di Coppa del mondo di settimana prossima a Oestesund. In programma una mass start femminile, che contrariamente alla sprint di sabato, è stata però disertata da molte protagoniste, a cominciare dalle tedesche, per continuare con le bielorusse e le ucriane. Anche le azzurre hanno preferito non partecipare, con Lisa Vittozzi, Dorothea Wierer e Federica Sanfilippo che hanno dato forfeit e la sola Alexia Runggaldier al via ma ritirata a metà gara. Il successo è andato così alla norvegese Marte Olsbu che ha commesso appena un errore al poligono e si è presentata al traguardo con 25″ di vantagigo sulla francese Anais Besconda, terzo posto per l’altra norvegese Synnove Solemdal a 31″6.

Ordine d’arrivo mass start femminile Sjusjoen (Nor):

  1. Marte Olsbu (Nor) 1 36’45”5
  2. Anais Bescond (Fra) 2 +25”0
  3. Synnøve Solemdal (Nor) 0 +31”6
  4. Fuyuko Takizaki (Gia) 0 +48”7
  5. Vita Semerenko (Ukr) 3 +49”9
  6. Monika Hojnisz (Pol) 2 +1’01”5
  7. Hilde Fenne (Nor) 4 +1’22”0
  8. Sari Furuya (Gia) 1 +1’28”8
  9. Anais Chevalier (Fra) 2+1’30”7
  10. Emilie Kalkenberg (Nor) 1 +1’33”2