westbrook
LaPresse/Reuters

Il sindaco di Oklahoma City, Mick Cornett, ha firmato un proclama nel quale da ora in avanti, ogni giorno ad OKC sarà il ‘Russell Westbrook Day’

Il talento di Russell Westbrook dovrebbe essere celebrato ad OKC. Un po’ come si fa con una festività, con le celebrazioni religiose, come si fa con i santi, o anche con i giorni in cui si ricordano particolari eventi laici che hanno segnato la storia. Sarà passato questo nella mente di Mick Cornett, sindaco di Oklahoma City quando ha deciso di istituire, da ora in avanti, ogni giorno passato ad OKC come il ‘Russell Westbrook Day’.

In un documento firmato dal sindaco della città si può notare quali siano le motivazioni di questa particolare scelta. Westbrook ha giocato ad OKC da quando è stato draftato; è stato nominato All Star 6 volte; ha vinto l’All Star Game MVP nel 2015 e nel 2016; è stato il miglior marcatore nel 2014-2015 e nel 2016-2017; ha chiuso la stagione con una tripla doppia di media e ha superato il record di Oscar Robertson per numero di triple doppie in stagione; ha vinto il premio MVP per la regular season 2016-2017; è impegnato nel sociale con la sua fondazione benefica ‘Why Not?’; ha firmato un’estensione contrattuale di 5 anni. Bastano per ‘santificarlo’? Noi crediamo proprio di si.