LaPresse/EXPA

Danilo Petrucci soddisfatto del suo podio di Motegi: il ternano ha solo parole di elogio per Andrea Dovizioso

Sveglia presto, prestissimo, questa mattina per i fedelissimi, che non hanno intenzione di perdersi un solo appuntamento della stagione 2017 di MotoGp. Una gara mozzafiato oggi a Motegi: Valentino Rossi ha terminato la sua corsa troppo presto, a circa 18 giri dal termine, a causa di una caduta, ma sul finale Dovizioso e Marquez hanno regalato uno spettacolo veramente unico, un po’ come in Austria. Un duello al cardiopalma che ha fatto impazzire tutti di gioia con la vittoria di Andrea Dovizioso che proprio a pochi metri dal traguardo è riuscito a superare il suo diretto rivale e conquistare punti preziosissimi in ottica mondiale.

LaPresse/Alessandro La Rocca

Splendido podio per Danilo Petrucci, che dopo una partenza super che gli ha permesso di dominare per gran parte della corsa, si è dovuto arrendere davanti a due grandi campioni, dovendosi accontentare di un buon terzo posto. “Non volevo spingere tantissimo dall’inizio ma mi sentivo molto bene, quando ero in testa ho visto +2 ho detto calma altrimenti la extra soft non arriva alla fine, mi sono messo a velocità di crociera e quando sono arrivati ero lì ma facevo fatica, c’era parecchio aquaplanning, non riuscivo ad andare come loro e quindi mi sono accontentato, peccato, ma è comunque un altro podio“, ha dichiarato il ternano ai microfoni di Sky Sport al termine della gara.

LaPresse/Alessandro La Rocca

In frenata sono stato sempre abbastanza tranquillo anche se è stata la mia difficoltà nel weekend, ma alla fine più che altro nelle curve che precedevano un’accelerazione mettevo la gomma dritta ma la extrasoft probabilmente era finita al centro, non ne avevo più. Quando ho cominciato a vedere che dovevo forzar troppo in frenata per andargli dietro ho detto cavolo forse c’era margine per mettere la soft ma ormai mi sa che non ce la rifanno fare, è finita così“, ha continuato Petrucci.

LaPresse/Alessandro La Rocca

Sono contento, gli ultimi due podi Assen e Misano mi è rimasto l’amaro in bocca per aver perso la vittoria all’ultimo giro, oggi ci ho pensato molto alla vittoria soprattutto all’inizio, ma poi quando a 6 7 giri dalla fine ho visto che ero al limite ho detto dai vediamo se resisto, magari davanti fanno un po’ di casino, si sono messi a spingere molti e io non ce ne avevo, erano inaspettati sia la prima fila di ieri che il podio di oggi“, ha aggiunto il pilota della Octo Pramac prima di complimentarsi con Dovizioso e raccontare il finale della gara di oggi da lui vissuto dalla pista: “sono stato contentissimo per Dovi, sapevo che era lì, vedevo le tabelle quando passavo, mi regolavo su dove era, più che altro io sono apparso all’ultimo giro dalla collina quando facevano la staccata alla 11 e ho visto Marc davanti e ho detto ah cavolo non ce l’ha fatta, sono uscito dal tunnel e ho visto Dovi davanti e ho detto cavolo come ha fatto, ce l’ha fatta! Sono veramente felice per Ducati“.