Maio Meregalli

Il team Yamaha non si ferma dopo il quarto e quinto tempo in qualifica rispettivamente di Rossi e Vinales in Malesia. Meregalli racconta l’aria che tira all’interno del team di Iwata

49ª pole position in carriera per Dani Pedrosa: è lui il poleman del Gp della Malesia. Il compagno di squadra di Marc Marquez ha beffato tutti sul finale della sessione di qualifiche sul circuito di Sepang. Alle spalle di Pedrosa, il francese della Tech3 Johann Zarco, seguito da Dovizioso e Valentino Rossi. Solo settimo invece Marc Marquez che ha dovuto fare i conti con una caduta all’inizio della Q2.

Aria tutto sommato soddisfatta in casa Yamaha: “oggi è stata una giornata abbastanza piena per la squadra, abbiamo fatto un ulteriore step per quando riguarda il set up da bagnato della moto, Non è stato facile, perchè è stata una giornata calda sul circuito di Sepang, e ciò ha reso tre sessioni di guida veramente impegnative, ma i nostri piloti ce l’hanno fatta“, ha dichiarato Maio Meregalli al termine delle qualifiche.

LaPresse/EFE

Valentino e Maverick sono stati finalmente a loro agio con le moto e sono stati capaci di spingere duramente. Vale ha dimostrato il suo buon feeling sull’asciutto facendo il tempo migliore nelle Fp3. Il suo passo è stato molto veloce in tutte le sessioni oggi e il suo quarto posto in griglia non è un brutto risultato. Maverick non era molto a suo agio al mattimo, ma col suo team è riuscito a migliorare il suo feeling giusto in tempo per qualifiche. Partirà anche lui dalla seconda fila in griglia, un ottimo punto di partenza“, ha aggiunto il team director Yamaha.

Oggi siamo stati capaci di comparare tutte e tre le scelte di gomma e ci siamo fatti un’idea su quali entrambi i piloti useranno nella gara di domani. Continueremo a lavorare stanotte per vedere se riusciamo a trovare un modo per ottimizzare il bilanciamento delle moto e trovare tempo extra in alcune parti del tracciato. Qui il tempo può giocare un importante ruolo sul risultato della gara, quindi dovremo adattarci ad ogni situazione“, ha concluso Meregalli.