Motocross – Kiara Fontanesi, i consigli di Redding e il bel gesto di Rossi: ”ecco cosa ha fatto Valentino nonostante i suoi problemi”

Credits Instagram @reddingpower

Kiara Fontanesi a 360°: dagli insegnamenti di Redding, al lato femminile mai trascurato. La campionessa del mondo ammette anche di essere rimasta piacevolmente sorpresa dal gesto di Valentino Rossi

23 anni e cinque titoli mondiali: Kiara Fontanesi sta vivendo un periodo da favola. Tornata in Yamaha ha ritrovato il successo, ma non sono mancati i momenti difficili. Una stagione di alti e bassi per la campionessa italiana che non si è mai arresa e supportata da amici, parenti e fidanzato, è riuscita a raggiungere un traguardo strepitoso.

Durante la stagione 2017 di motocross si è parlato forse più della sua relazione con Scott Redding che delle sue prestazioni in gara. Una storia d’amore che le ha dato tanto e che la ha aiutata a vincere: “la situazione è esattamente questa. Sono in un momento della mia vita, indipendentemente dal titolo mondiale, in cui sono tranquilla. L’arrivo di Scott nella mia vita mi ha portato soltanto del bene: anche quando le cose non andavano nella maniera migliore in campionato, cioè quando sono scivolata al quarto posto, lui mi ha sempre dato un enorme sostegno: mi ha aiutata a non perdere di vista l’obiettivo e a crederci ?no in fondo. In più, negli ultimi due mesi, si è rivelato prezioso anche dal punto di vista della guida; ha visto alcuni dettagli a cui non facevo caso, e che invece lui vede – merito della specialità che vive — e quindi ho imparato anche cose nuove. Poi, certo, se quando chiudi la porta di casa ci sono felicità e serenità, ovviamente e la cosa migliore, anche per partire con il piede giusto quando ti svegli la mattina e devi fare bene il tuo lavoro“, ha spiegato la Fontanesi in un’intervista a MotoSprint.

credits Instagram @kiarafontanesi

Il motocross non è propriamente uno sport femminile: motori, cadute, forza, sporcizia, fango, questi gli elementi principali della disciplina amata dalla Fontanesi, che non le impediscono però di esser donna. “Non è un grande sforzo: non mi sento un maschiaccio, ma non sono neppure l’ombrellina, se vogliamo dire cosi, né una modella. Questo no, però ci tengo abbastanza. Quando posso, dato che trascorro la maggior parte del tempo sporca e vestita male, mi piace comunque essere vestita bene. Mia mamma ha un centro estetico, quindi ci tengo ad avere a posto i capelli e le unghie; è logico che quando mi vesto da crossista e ci sporchiamo tutte nel fango, di certo non mi metto il body e i pattini…“, .

Impossibile non parlare poi della vittoria di Tony Cairoli: “conosco Tony da quando ho cinque anni. Dopo le rispettive vittorie ci siamo fatti i complimenti a vicenda e sono contenta per il suo trionfo: se Io è meritato. Ha dimostrato ancora una volta di essere il più forte al Mondo. La doppietta italiana è una cosa incredibile: dovremmo andarne ?eri“.

Mentre sui messaggi ricevuti dopo la vittoria del suo titolo ha concluso: “quest’anno in particolar modo ho ricevuto tanti commenti e messaggi che non mi sarei mai aspettata, persino da team manager che non pensavo mi seguissero. Se parliamo di piloti, nello specifico sono stati Valentino Rossi e Marc Marquez a congratularsi con me. E vedere che entrambi hanno tenuto in considerazione la mia vittoria e mi hanno mandato un messaggio per farmi i complimenti vuol dire tanto. Soprattutto da parte di Valentino: era reduce dall’infortunio e con tutti i suoi problemi si e ricordato di mandarmi un messaggio. Sono cresciuta con lui come idolo, quindi mi ha fatto davvero tanto piacere“.

 

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Rita Caridi (35645 Articles)
Nata a Reggio Calabria il 18 giugno 1990 ama tutti gli sport, con un focus particolare sui motori e la pallacanestro. Scrive su SportFair dal 2015


FotoGallery