Il numero uno di FCA Marchionne parla delle auto elettriche e spiega senza peli sulla lunga perché sono un’arma a doppio taglio

Sergio Marchionne, amministratore delegato del Gruppo FCA, nel corso della consegna della laurea ad honorem a Rovereto ha detto senza peli sulla lingua quello che pensa delle auto elettriche: “possono sembrare una meraviglia tecnologica, soprattutto per abbattere i livelli di emissione nei centri urbani, ma si tratta di un’arma a doppio taglio”.

Il manager italo-canadese ha inoltre spiegato perché si tratta di un’arma a doppio taglio: “Forzare l’introduzione dell’elettrico su scala globale, senza prima risolvere il problema di come produrre l’energia da fonti pulite e rinnovabili, rappresenta una minaccia all’esistenza stessa del nostro pianeta”.

Infine Marchionne aggiunge che l’introduzione delle vetture elettriche va effettuata senza imposizioni della politica, inoltre bisognerebbe sfruttare anche altre tecnologie “green” disponibili, magari in combinazione.