Var
Var -LaPresse/Spada

Dopo 7 giornate di Serie A possiamo tracciare un primo bilancio sull’utilizzo della tecnologia: ecco perché il Var ha salvato il calcio. Nonostante il ‘caso’ Juventus

LaPresse/EFE

Juventus e Var, la tecnologia ha salvato il calcio – Fa rumore, crea confusione nell’immaginario collettivo, genera critiche e/o consensi: fa discutere, insomma. Come ogni rivoluzione che si rispetti. Perché quella del Var è una svolta storica per il calcio italiano, sul quale ormai da decenni aleggiano ombre e retropensieri complottistici: Calciopoli ha eliminato un po’ di scorie, ma non ha scacciato del tutto via i fantasmi. Chiacchiere da bar sì, perché in mancanza di prove precise (che non ci sono) nessuno può parlare di altro: discussioni tra tifosi che, chissà, magari celano anche un pizzico di verità. Ed eccolo allora il Var: strumento di giustizia e garanzia di credibilità che dall’inizio del campionato sta stravolgendo errori (a volte decisamente clamorosi) di arbitri in buna fede, ma pur sempre esseri umano con il diritto di sbagliare.

LaPresse/Spada

Juventus e Var, la tecnologia ha salvato il calcio – Var come panacea di ogni male? No, certo. Ma la tecnologia aiuta. Perché dove l’occhio umano non arriva c’è l’ausilio tecnologico come supporto ormai indispensabile. Succede in tutti gli altri sport e adesso anche il calcio ne può finalmente sfruttare le immense potenzialità. E non siamo d’accordo con Allegri, ‘non staremo ore ed ore a mangiare noccioline come nel baseball’, ma preferiamo attendere qualche minuto in più ma essere certi che la decisione dell’arbitro sia quella giusta. Certo, il Var è solo all’inizio, ed è uno strumento che va regolarizzato e soprattutto migliorato: nelle tempistiche delle decisioni, nelle modalità degli interventi. Ma dopo 7 partite di Serie A abbiamo già una certezza: non ne possiamo più fare a meno.

Allegri
LaPresse/Mauro Locatelli

Juventus e Var, la tecnologia ha salvato il calcio – Quante decisioni errate il Var ha modificato evitando così partite falsate da errori in buona fede di arbitri poco attenti o solo sfortunati? I numeri, d’altronde non mentono mai. Il Var inteso come strumento di giustizia da parte dei piccoli club e come sinonimo di correttezza da parte dei tifosi, tutti o quasi. Perché in Italia si sta creando uno strano caso, quello della Juventus. La società bianconera e i suoi tifosi (Max Allegri compreso) sembrano quasi sentirsi ‘sotto pressione’ dal Var, quasi come se la tecnologia volesse per forza spulciare qualche irregolarità che macchi i successi straordinari ottenuti da Buffon e compagni in questi anni. Non è così. Il Var ha ridato credibilità a un sistema calcio moribondo: la tecnologia ha salvato la Serie A ridandole quella credibilità persa negli ultimi anni.