nippo vini fantini
LaPresse/Fabio Ferrari

La NIPPO Vini Fantini annuncia la squadra che sarà al via a Il Lombardia che si terrà sabato 7 ottobre

LaPresse/Fabio Ferrari

Sabato 7 ottobre la classica delle foglie morte, Il Lombardia, ultima gara italiana del calendario World Tour. La NIPPO Vini Fantini schiererà al via Damiano Cunego, l’unico corridore ancora in attività ad aver vinto per 3 volte Il Lombardia, esperto  conoscitore di entrambi i percorsi. Sarà lui con la sua esperienza a guidare i compagni in questi due importanti appuntamenti. 247 km di gara, con partenza da Bergamo e arrivo a Como con il lago a fare da sfondo ai “gladiatori” in sella, che completeranno il percorso dopo aver affrontato 4.000 metri di dislivello suddivisi in 6 salite. Le più famose e temute saranno la Madonna del Ghisallo e il Muro di Sormano, che con l’arrivo su Como saranno ancor più determinanti nelle fasi calde della gara. Tra gli #OrangeBlue al via Damiano Cunego, unico ciclista in attività ad aver vinto 3 edizioni della grande classica delle foglie morte. 3 edizioni come Gino Bartali, 3 edizioni come Costante Girardengo e pochissimi altri campioni. Proprio Damiano Cunego con la sua esperienza sarà il faro del team NIPPO Vini Fantini in questa grande classica. Ivan Santaromita e Alessandro Bisolti gli scalatori esperti al suo fianco. Con loro Marco Canola e i tre giovani talenti italiani, Iuri Filosi, Nicola Bagioli e Giacomo Berlato, infine Marino Kobayashi il giovane nipponico pronto a fare la sua prima esperienza in questa grande competizione.

Credits @Sonoko Tanaka

Il capitano #OrangeBlue Damiano Cunego commenta con queste parole il percorso della 111ª edizione de Il Lombardia“si tratta sempre di una gara bellissima e averla vinta 3 volte mi dà moltissima soddisfazione, sono in pochi ad esserci riusciti. È sempre una gara molto dura, sulla carta puoi studiarla al massimo, ma poi a fare la differenza dopo tanti km sono le gambe. Il percorso del 2018 arriva di nuovo a Como ed è l’arrivo che preferisco, con Madonna del Ghisallo e Muro di Sormano che saranno il punto decisivo. Sarà importante prenderli davanti, ma concluso il Muro mancheranno ancora 50 km. In cima si determinerà probabilmente chi resta tagliato fuori dai giochi. Ma il vincitore uscirà fuori poi dalle ultime due asperità della gara, il Civiglio e San Fermo.”

La formazione completa:

Damiano Cunego
Ivan Santaromita
Marco Canola
Alessandro Bisolti
Iuri Filosi
Marino Kobayashi
Giacomo Berlato
Nicola Bagioli.

in rosso gli italiani