LaPresse/Photo4

Nel caso in cui il cambio di Vettel abbia riportato danni irreparabili dopo la collisione con Stroll nel giro d’onore del Gp della Malesia, la Ferrari sarebbe pronta ad adire le vie… legali

Potrebbe costare davvero cara la leggerezza commessa da Sebastian Vettel nel giro d’onore del Gp della Malesia quando, per disattenzione o per incomprensione, è entrato in rotta di collisione con la Williams di Stroll distruggendo mezza macchina.

LaPresse/Photo4

Una situazione surreale che potrebbe creare gravissimi danni in vista del prossimo Gp del Giappone, in programma già questa domenica sul circuito di Suzuka. Le verifiche sulla trasmissione della SF70-H sono in corso e, un eventuale danno irreparabile, costerebbe a Vettel cinque posizioni di penalità sulla griglia del prossimo appuntamento del Mondiale. Secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport, il team di Maranello però nel frattempo starebbe pensando ad alcune contromisure legali che potrebbero mettere al riparo il pilota tedesco da questa eventualità. Essendo l’incidente avvenuto a gara finita, il Cavallino avrebbe da regolamento uno spazio di manovra per chiedere alla Federazione Internazionale che non venga comminata la sanzione prevista in caso di sostituzione del cambio.

LaPresse/Photo4

Tuttavia, l’esame dei filmati visionati dalla Fia subito dopo il Gran Premio ha rivelato come la colpa sia da attribuire ad entrambi i piloti, dunque restringendo la possibilità della Ferrari di chiedere clemenza. Gli occhi restano dunque puntati sulla trasmissione inviata a Maranello, sarà quello l’ago della bilancia che potrebbe giocare un ruolo decisivo a Suzuka.