giovanni visconti
© Team Bahrain-Merida/ @BettiniPhoto

Giovanni Visconti della Bahrain Merida vincitore del Giro dell’Emilia si scaglia contro un noto scrittore di fumetti che lo ha accusato di aver accusato di aver rubato la vittoria

Giovanni Visconti ha vinto meritatamente il Giro dell’Emilia. Nella sua prima stagione in Bahrain Merida, il siciliano ha dato sempre il massimo in tutte le gare. Il ciclista è sempre stato un professionista dando l’anima in tutte le corse e cercando sempre di aiutare sia Vincenzo Nibali che la squadra. Visconti ha un palmares di rispetto e non ha mai tolto niente a nessuno. In questa stagione ha collezionato vari piazzamenti nella top 5 e al Giro dell’Emilia finalmente è riuscito a vincere.

L’attacco di Giovanni Visconti nel finale di gara è stato bellissimo e degno di un corridore di livello, e questo è stato sotto gli occhi di tutti. Però, questa prestazione del corridore della Bahrain Merida non è stata notata da qualcuno che ha attaccato il campione italiano under 23 nel 2003. Angelo Costa infatti ha attaccato il corridore della Bahrain Merida: il giornalista infatti ha insinuato che Vincenzo Nibali abbia regalato la vittoria a Giovanni Visconti. Se si analizza bene la prova, Visconti non solo ha meritato di vincere la centesima edizione del Giro dell’Emilia, ma ha dimostrato la sua forza e tecnica. Il ciclista italiano è in forma e lo ha dimostrato attaccando nei chilometri finali della gara.

Sui social, Giovanni Visconti ha preso le distanze da Angelo Costa e ha tuonato: “non dovrei farlo ma trovo molto offensive (come sempre del resto) le frasi del giornalaio Angelo Costa, noto scrittore di fumetti di cui lui stesso è regista .. Ho fatto ciò che mi è stato chiesto e ciò che mi è stato chiesto alla fine è diventata una possibilità che ho saputo sfruttare andando forte. A correre non eravamo da soli,dietro qualcuno inseguiva ma non è bastato. Credo che bisognerebbe limitarsi nel dire certe assurdità. Non ho mai rubato Niente a nessuno e per primo ho sempre detto di non essere un campione ma che merito ogni tanto un successo così. Non penso di non meritare questo albo d oro. Piuttosto penso che lei signor Costa dovrebbe bere un pò più di camomilla”.