Suzuki porta una ventata di novità alla quinta prova del Campionato Italiano Cross Country Rally, schierando al via Andrea Crugnola

Considerato uno dei talenti rallistici degli ultimi anni, il giovane varesino torna a vestire i colori Suzuki a distanza di otto anni dalla vittoria nella Suzuki Rally Cup. Nel 2008, anno nel quale debuttò nei rally con le Swift sport 1600 Gruppo N, Crugnola si rivelò come uno dei più promettenti piloti, ma fu l’anno successivo che si impose alle attenzioni di tutti, aggiudicandosi la seconda edizione della serie monomarca. Da allora, Crugnola ha sempre tenuto stretti contatti con Suzuki e la Casa di Hamamatsu lo ha seguito in tutte le sue tappe di crescita, tanto che lo ha scelto per sostituire Lorenzo Codecà, impossibilitato a prendere il via nella gara in Terra di Sardegna. In Sardegna, Crugnola sarà affiancato dall’esperto navigatore emiliano Bruno Fedullo, a bordo del Suzuki Grand Vitara 3.6 V6 T1, a formar il dream team di Suzuki assieme all’altro equipaggio di punta, formato da Andrea Tomasini, e Mauro Toffoli. Il duo friulano correrà ad Arzachena la sua seconda gara con il Grand Vitara 3.6 V6 T1, con il compito di incamerare quanti più punti possibile per alimentare la corsa al titolo Costruttori.

Le Grand Vitara 1.9 DDiS, strettamente derivate dalla grande produzione, animeranno la cronaca delle sfide tra i concorrenti che inseguono l’affermazione nel più longevo e competitivo monomarca del Cross Country, monopolizzando al contempo le classifiche del Gruppo T2 della serie Tricolore ACI Sport. Ogni prova sin qui corsa è stata ricca di colpi di scena e avvincenti scontri. A due prove dal termine, l’imminente Baja Costa Smeralda e la Baja d’Autunno di novembre, il duello ravvicinato è tra il varesino Andrea Alfano, navigato da Carmen Marsiglia, e dal catanese Alfio Bordonaro, affiancato da Marcello Bono, rispettivamente primo e secondo della classifica, con il minimo divario di sette lunghezze. Terzo, più staccato, è l’emiliano Andrea Lolli, insidiato da vicino dalla sorprendente Margherita Lops, la pilota veneta che corre in coppia con Giorgia Larosa, quarta a tre punti e mezzo dal modenese. Seguono, poi, Giuseppe Ananasso e Sandra Castellani, quinti, Andrea Luchini e Piero Bosco, quindi Alessandro Uliana e Angelo Mirolo che si ripresentano al via del Costa Smeralda per migliorare la loro posizione.

Iscritti Suzuki Challenge alla Baja Costa Smeralda:

113 Crugnola Andrea e Fedullo Bruno (Suzuki Gran Vitara T1 Suzuki / Emmetre Racing);
115 Tomasini Andrea e Toffoli Mauro (Suzuki Vitara T1);
116 Alfano Andrea e Marsiglia Carmen (Suzuki Gran Vitara T2);
117 Bordonaro Alfio e Bono Marcello (Suzuki Gran Vitara T2 – Poilucci Team Italia);
118 Uliana Alessandro – Mirolo Angelo (Suzuki Gran Vitara T2);
119 Ananasso Giuseppe e Castellani Sandra (Suzuki Gran Vitara T2);
120 Lops Margherita e La Rosa Giorgia (Suzuki Gran Vitara T2)

Classifica del Suzuki Challenge dopo Nido dell’Aquila:

Piloti:
1. Alfano punti 201;
2. Bordonaro 194;
3. Lolli 112,5;
4. Lops 109;
5. Ananasso 83;
6. Luchini 76;
7. Uliana 16.

Navigatori:
1. Marsiglia 201;
2. Bono 194;
3. Forti 112;
4. Larosa 109;
5. Castellani 83;
6. Bosco 76;
7. Mirolo 16