È iniziato il conto alla rovescia dell’attesissima Superfinale della Yamaha YZ125 bLU cRU Cup, trofeo dedicato ai piloti nati tra il 2001 e 2004

È ufficialmente iniziato il countdown dell’attesissima Superfinale della Yamaha YZ125 bLU cRU Cup, trofeo della Casa di Iwata attivo in ben venti paesi del continente europeo e dedicato a tutti i motocrossisti nati tra il 2001 e 2004 che, in sella alla loro YZ125, aspirano a far parte del Team Ufficiale Yamaha EMX125. Numerosi i partecipanti complessivi nel 2017 che hanno confermato l’enorme successo di questa formula innovativa e l’apprezzamento per il percorso di crescita personale e professionale che la Casa di Iwata dedica ai giovani. Con la fine del Campionato Italiano Junior 125 F.M.I. 2017, iniziato a marzo e composto da sei selettive e tre finali, è stata infatti stilata anche la rosa dei dieci talenti italiani (iscritti alla seconda edizione della YZ125 bLU cRU Cup) che sfideranno i piloti delle altre nazioni coinvolte (Spagna, Francia, Inghilterra, Germania, Portogallo, Olnada, Svezia, Norvegia, Danimarca, Finlandia, Belgio, Austria, Svizzera, Grecia, Bulgaria, Israele, Polonia, Turchia, Ucraina e Lettonia) nella Superfinale in programma il prossimo 1° ottobre.

  • Davide Nardi #91
  • Filippo Gervasio #222
  • Francesco Bassi #31
  • Giulio Guarini #641
  • Kevin Cristino #34
  • Max Ratschiller #317
  • Mirko Dal Bosco #111
  • Pablo Caspani #517
  • Pietro Salina #14
  • Thomas Arnoldo #641

Presso il circuito di Matterley Basin (UK), in concomitanza con il prestigioso Monster Energy FIM Motocross delle Nazioni, i 44 piloti selezionati in tutta Europa si contenderanno la vittoria della Superfinale. I tre migliori riders della Superfinale più due meritevoli wild card saranno invitati al Masterclass dove gli Ambasciatori Yamaha selezioneranno colui che tra questi cinque finalisti si distinguerà per talento e capacità di guida. Al più encomiabile verrà offerta l’opportunità di correre nel Campionato Europeo EMX125 2018 come pilota ufficiale del Team Yamaha EMX125 MJC, così come già accaduto al 15enne svedese Tim Edberg lo scorso anno.