Gian Mattia D'Alberto /LaPresse

Gregorio Paltrinieri si è confessato in diretta su Radio1, sottolineando che arriverà almeno fino alle Olimpiadi di Tokyo

Non si e’ stancato di vincere per quanto ogni gara comporti una pressione enorme, ma il fondo lo affascina e ci provera’.

Gian Mattia D’Alberto /LaPresse

Ospite di “Extratime” su Radio1, al microfono di Massimiliano Graziani, Gregorio Paltrinieri assicura che non lascera’ “la piscina per altri tre anni, almeno fino alle prossime Olimpiadi. Ma il mare mi e’ sempre piaciuto e vorrei provare qualcosa di nuovo e in questo momento penso di poter spaziare un po’ e provare anche le gare in acque libere. Nelle prossime settimane partiro’ per l’Australia e staro li’ per un periodo, per imparare altro e cercare di capire cose nuove sulla tecnica di nuotata“. A Rio e’ stato uno dei principali protagonisti ma, confessa, “prima delle Olimpiadi ho sentito tanta pressione e tanto peso addosso, come se l’unico risultato possibile per me fosse la medaglia d’oro e tutto il resto fosse solo una delusione. Pressione per quello che pretendevo da me stesso, perche’ erano tre anni che vincevo i 1500, ma anche per quello che la gente si aspettava da me. Se mi sono goduto poi la vittoria? Delle vittorie riesco a gioire solo dopo, quando tutto e’ finito, e sono disteso sul letto e ripenso a quello che ho fatto. Sul momento, invece, subito dopo la gara, ho solo voglia di liberarmi del peso“.

LaPresse/Xinhua

Se oggi Paltrinieri e’ il numero uno nella sua specialita’, il merito e’ anche di… Sun Yang.Nel 2015 era ancora l’avversario da battere. Tra l’altro lui e’ ancora record del mondo, mentre io l’ho solo avvicinato e mai battuto. Quando lui si e’ ritirato, ai Mondiali del 2015, e’ stata la prima volta in cui mi trovavo costretto a vincere, quasi senza avversari. L’anno dopo, alle Olimpiadi, fu la stessa cosa, ma arrivavo preparato dall’esperienza precedente. Aveva paura di me? Questo non lo sapremo mai ma in questi ultimi anni la sua forma non e’ piu’ quella di una volta e sui 1500 non credo sia cosi’ competitivo. E ora si sta focalizzando su altre gare“. (ITALPRESS)