LaPresse/Fabio Ferrari

Grazie ai gol di Higuain e Mandzukic la Juventus batte un ostico Olympiakos e conquista i primi 3 punti nel girone di Champions League

Juventus-Olympiakos: gol e racconto del match – Dopo aver rifilato 4 reti al Torino nel Derby della Mole, la Juventus torna in Europa per giocare la seconda partita del Gruppo D dei gironi di Champions League. Dopo aver perso la prima sfida contro il Barcellona, i bianconeri superano un complicato Olympiakos che respinge gli attacchi di Dybala e compagni per oltre 60 minuti. Per piegare la resistenza dei greci serve la fame di Gonzalo Higuain che, entrato dalla panchina, cambia il volto del match segnando la rete del vantaggio e partecipando al raddoppio di Mandzukic. Bianconeri terzi nel girone, appaiati allo Sporting Lisbona secondo per aver segnato un gol in più.

Juventus-Olympiakos: gol e racconto del match – Nel primo tempo la Juentus gestisce il pallino del gioco, come sottolineato dal 70% di possesso palla, ma l’Olympiakos non disdegna qualche sortita offensiva. I greci provano a far male in contropiede con Odjidja-Ofoe e Seba, ma Buffon sventa con semplicità l’unico vero tiro in porta che gli arriva nei primi 45 minuti. Il suo collega, Silvio Proto, è invece costretto agli straordinari: l’ex Anderlecht prima disinnesca il colpo di testa di Mandzukic in area piccola, poi quello a colpo sicuro di Sturaro sugli sviluppi di un corner e infine neutralizza un destro al volo di Dybala indirizzato sotto la traversa. Nel finale è però Engels, difensore dell’Olympiakos, a far tremare la porta della sua stessa squadra, quando nell’intercettare un cross velenoso di Douglas Costa rischia l’autogol colpendo il palo.

Juventus-Olympiakos: gol e racconto del match – Nel secondo tempo serve la scossa firmata Gonzalo Higuain. El Pipita entra dalla panchina e firma dopo pochi minuti la rete del vantaggio: un cross di Alex Sandro lo trova pronto a colpire dentro l’area, ma la prima conclusione a colpo sicuro viene ribattuta dalla difesa, la sfera però torna allo stesso Higuain che da pochi passi non può sbagliare. La Juventus alza il ritmo e gioca con più fiducia mentre l’Olympiakos è costretto a scoprirsi. A 10 minuti dal termine i bianconeri raddoppiano e chiudono il match: Higuain lancia Dybala tagliando in due la difesa greca con un filtrante, il bomber argentino tira a tu per tu con Proto che si oppone, la palla sfila e viene salvata sulla linea da Engels che rinvia in faccia a Mandzukic per un gol facile facile. Pur senza brillare la Juventus conquista tre punti importanti senza subire mai grossi pericoli, dimostrando però di aver bisogno del miglior Higuain nelle notti di Champions, nelle notti da… bomber.