Niang, Torino
Niang, Torino

A Torino sorgono già i primi dubbi sull’acquisto di Niang: l’attaccante prelevato dal Milan per 15 milioni non ha convinto minimamente l’ex granata Pasquale Bruno

Doveva essere il punto dal quale ripartire, ma le prime settimane di Niang al Torino sono state a dir poco pessime. L’attaccante prelevato per 15 milioni dal Milan si è rivelato fin qui un flop. Fumoso in campo, poco prolifico sotto porta, indisciplinato tatticamente: neanche il ricongiungimento con Mihajlovic, allenatore che ha sempre creduto nelle sue potenzialità già da quando allenava il Milan, ha giovato allo sviluppo del talentino franco-senegalese. A Torino è cresciuto il malcontento per il suo acquisto, tanto che un grande ex come Pasquale Bruno non ha usato mezzi termini per bocciare il suo acquisto.

Vedere un giocatore con lo spirito di Niang vestire la maglia granata mi fa male. – ha spiegato Bruno durante la trasmissione ‘Toro Scatenato’ – Non si possono investire 15 milioni per un calciatore come il francese e purtroppo credo che il vero Niang sia questo. Sia al Watford che al Milan ha fatto poco, francamente non mi sembra adatto per un grande club qual è il Torino. Ho avuto la fortuna di vedere il grande calcio, e adesso mi lascia perplesso il fatto che certa gente giochi in Serie A”.