Niente baci, ma foto, sorrisi e qualche carezza: Valentino Rossi come il Papa? Anche i bambini a Tavullia per conoscere il Dottore

Valentino Rossi ha abituato tutti i suoi fan ad imprese… miracolose, tanto da esser visto come un eroe sì, ma a volte quasi come una divinità. Il campione di Tavullia è tornato a gareggiare domenica scorsa ad Aragon, a soli 24 giorni dall’infortunio in enduro, riuscendo a conquistare uno strepitoso e sorprendente quinto posto.

Tantissimi i fan del pesarese che ogni giorno si recano a Tavullia nella speranza di poterlo incontrare, poter scattare una foto insieme a lui e chiedergli un autografo. Tante le richieste bizzarre, dalla firma sul seno che poi verrà trasformato in tatuaggio al video messaggio per qualche fan a casa. A volte però si assiste a qualche scena… buffa ma dolcissima, che per un certo senso avvicina un po’ Rossi alla figura del Papa: in un video che circola sui social da qualche ora infatti si può osservare una scena tenerissima con un bambino piccolissimo. Il padre del pargoletto chiede a Valentino Rossi di poter scattare una foto col bimbo: il campione di Tavullia, sorridente e disponibile, dopo aver chiesto all’uomo, forse un po’ invadente, di avere pazienza, ha scattato un selfie col bambino.

A differenza del Papa però, Valentino Rossi non dispensa baci, solo qualche scatto, qualche sorriso e al massimo una carezza.

Un post condiviso da Damiano Frezza (@frezza.damiano) in data: