Dovizioso
LaPresse/Alessandro La Rocca

Andrea Dovizioso soddisfatto e contento del suo risultato di oggi a Misano: la precisa analisi del ducatista

Gara con un finale al cardiopalma oggi a Misano. E’ Marc Marquez il vincitore del Gp di San Marino e della Riviera di Rimini, dopo una bellissima lotta con Danilo Petrucci, sempre in testa alla corsa. Terzo posto invece per Andrea Dovizioso, che forse oggi non ha voluto prendersi rischi, seguito da Vinales e Pirro.

LaPresse/Alessandro La Rocca

Soddisfatto del suo terzo posto, Andrea Dovizioso: “non è successo niente, eravamo al limite in tutta la gara, era troppo facile fare un errore, ci sono state tante cadute, non ho avuto una carta meglio di Danilo e Marc da giocare, dovevo prendermi dei rischi per poterci stare. Se non mi giocassi il campionato sicuramente ci avrei provato, 0 punti su 16, oggi ho preso questa decisione. Bravissimi loro, Marc non ha mollato e si è preso dei rischi“, ha esordito il ducatista ai microfoni di Sky Sport.

LaPresse/Alessandro La Rocca

Bisogna vivere gara per gara, quando ti senti di poterci provare ci devi provare quando non ti senti bene invece no, è stata la decisione giusta, credo. Ci avrei potuto provare ma quando ci ho provato quest’anno avevo dei punti a vantaggio e dei punti a svantaggio quindi se provavo a gestirmi potevo fare la differenza, oggi non avevo le carte“, ha continuato Dovizioso prima di focalizzarsi sulle sue prestazioni sul bagnato: “ci sono tanti alti e bassi ancora di più sull’acqua a volte entri in pista e ti senti benissimo a volte no, in realtà credo che Danilo è molto veloce nell’acqua e quest’anno è ancora più in forma dell’anno scorso. Io ho fatto terzo ci siamo giocati la gara anche oggi, male non è andata, ogni gara è una gara a sè non è scontato che siamo competitivo. Forse abbiamo avuto poco tempo per centrarci sol set up, non siamo riusciti a risolvere i limiti di stamattina, ed è per quello che non avevo nessuna carta migliore degli avversari, sarebbe stato un rischio e basta, secondo me per quante cadute ci sono state oggi è stato un grande risultato“.

LaPresse/Alessandro La Rocca

Non so se in caso di asciutto avrei potuto fare la gara fino alla fine con Marc ma la conferma della prima fila e il tempo che ho fatto in qualifica è la conferma vera e credo che ce la porteremo avanti nelle prossime gare, o almeno speriamo. Marc per vincere questa gara ha dovuto fare qualcosa di extra, non credo che lui si sia tenuto del margine e ha spinto all’ultimo giro, se l’è preparata all’ultimo giro, quando fai degli errori come i suoi non hai tutto sotto controllo sempre, Marc ha fatto un tempo esagerato all’ultimo giro, non c’era un range grosso di poter spingere di più avevamo un sacco di gap in confronto agli altri. E’ caduto Jorge, ma sono dei grandi risultati per la Ducati“, ha concluso Dovizioso.

Ad Aragon parto per vincere. – ha proseguito il pilota della Ducati – Se non la pensassi così sarebbe inutile provare a lottare con uno come Marc. Quello deve essere il nostro approccio. Dobbiamo lavorare come stiamo facendo da qualche gara a questa parte, anche se Aragon è una delle piste preferite di Marc. Là fa la differenza. ma questo non vuol dire che non ci proveremo. Se guardiamo com’è andato questo fine settimana… Venerdì l’asciutto, poi un gran vento, oggi invece zero grip. Quindi tranquilli e rilassati che ci giochiamo le nostre carte. I rischi si prendono quando sei competitivo, altrimenti sono sicuramente cadute. Marc oggi ne aveva davvero tanto. Ha preso rischi ma lui se li poteva prendere. Ha tirato per 20 giri e non eravamo nella stessa situazione”. 

Ormai è tutto inutile parlare di piste favorevoli o meno. – ha concluso – ora non ha più senso. Noi qui non avremmo dovuto essere competitivi, invece siamo stati veloci. Dunque ora non si sa mai ed è anche difficile fare previsioni in questo senso. Sicuramente le gomme faranno la differenza, perché magari in qualche fine settimana ci saranno gomme che mal si adatteranno alla moto e sarà molto difficile porvi rimedio. Magari si riesce a migliorare la situazione, ma sistemare del tutto le cose sarà difficile. Non avendo fatto test nelle prossime piste questo potrà certamente condizionare”. 

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE