LaPresse/Tano Pecoraro

L’attaccante della Lazio Immobile si racconta: dall’odio del popolo tedesco nei suoi confronti, al doppio retroscena Juventus”

LaPresse/Garbuio

Lazio, verità Immobile –I giornali tedeschi ce l’avevamo con me e non so perché, non l’ho mai capito sinceramente. Secondo me era una questione pregiudiziale perché da subito hanno pubblicato degli articoli in cui dicevano “Il Bayern Monaco compra dal Real Madrid e invece il Borussia Dortmund dal Torino”. Non gli sono mai stato simpatico. Forse ce l’hanno con gli italiani dal Mondiale del 2006… A Siviglia mi trovavo bene. Rispetto a Dortmund era una bella città, la gente era caliente, un po’ come al sud da noi. Avevamo trovato una bella casa e stavamo molto bene. Lì purtroppo non ero in prima fila nelle gerarchie dell’allenatore e non ho avuto la possibilità di esprimermi al meglio”, parla così Ciro Immobile in un’intervista concessa al Corriere dello Sport.

Immobile, Lazio
LaPresse/Fabrizio Corradetti

Lazio, verità Immobile – L’attaccante della Lazio torna a parlare del suo passato bianconero, svelando che per due volte è stato vicinissimo al ritorno alla Juventus: “sfondare nella Juventus? Stavo facendo bene l’anno di Pescara e potevo avere l’occasione di ritornare. Poi anche in seguito, quando sono andato al Genoa in serie A, a gennaio c’era l’opportunità perché Conte aveva bisogno di un attaccante, solo che il Genoa non ha accettato e quindi ho perso l’occasione. Poi ho giocato nel Torino, lì sono diventato il capocannoniere, e la cosa si è fatta più difficile: stare nella stessa città ma cambiare maglia sarebbe stato complicato quindi sia io che la Juventus abbiamo preso strade diverse”, ha concluso Immobile.