Il norvegese Arnoy continua a rimanere in vetta al Challenge de España, crolla invece Matteo Delpodio che passa dal terzo al 44° posto

Francesco Laporta, 21° con 208 (71 68 69, -8) colpi, ha guadagnato quattro posizioni nel Challenge de España (Challenge Tour), in svolgimento sul tracciato dell’Izki Golf (par 72), a Urturi in Spagna, mentre Matteo Delpodio ha ceduto scendendo dal terzo al 44° con 210 (67 68 75, -6), penalizzato da un 75 (+3).

E’ rimasto in vetta con 197 (67 63 67, -19) norvegese Jarand Ekeland Arnoy, che è riuscito a contenere il ritorno del francese Victor Perez, secondo con 199 (-17) dopo aver risalito la graduatoria di 14 gradini con un gran 61 (-11). Al terzo posto con 204 (-12), e forse un po’ lontani per partecipare alla corsa verso il titolo, l’australiano Nick Cullen, lo svedese Marcus Kinhult, il finlandese Kalle Samooja e l’inglese Ben Evans e al settimo con 205 (-11) lo scozzese Jack McDonald, il tedesco Philip Mejow, lo svedese Jens Dantorp e l’inglese Scott Gregory.

Jarand Ekeland Arnoy, 21 anni, alle prime armi sul circuito e rivelazione del torneo, ha girato in 67 (-5) con tre bogey e otto birdie, di cui sei nelle ultime otto buche che gli hanno permesso di tenere a distanza lo scatenato Victor Perez autore di undici birdie. Francesco Laporta ha messo insieme cinque birdie e due bogey per il parziale di 69 (-3), mentre Matteo Delpodio è andato in affanno sulle prime nove buche con due bogey e un doppio bogey e ha recuperato un colpo con un birdie sulle seconde.

Non hanno superato il taglio, caduto a 142 (-2), Alessandro Tadini, 92° con 145 (70 75, +1), Nicolò Ravano (74 74), Edoardo Raffaele Lipparelli (70 78) e Federico Maccario (76 72), 113.i con 148 (+4). Il montepremi è di 200.000 euro con prima moneta di 32.000 euro.