Diego Barbieri diebarbieri@libero.it

Con il 4° posto al Nebelhorn Trophy il 19enne azzurro Matteo Rizzo ha garantito una card per l’Italia nella prova individuale maschile dei prossimi Giochi Olimpici Invernali in Corea del Sud

Matteo Rizzo ce l’ha fatta. Il giovane azzurro ha chiuso al quarto posto il 49° Nebelhorn Trophy di Oberstdorf, in Germania, garantendo così la presenza dell’Italia nella prova dell’individuale maschile dei prossimi Giochi Olimpici Invernali di Pyeongchang 2018. Dopo le due card conquistate nell’individuale femminile, le due per le coppie di artistico e le due nella danza, all’ultima occasione disponibile arriva anche il posto per gli uomini: decisivi i 223.27 punti raccolti dal 19enne milanese nella quinta tappa stagionale delle Isu Challenger Series. Rizzo, tesserato per l’Ice Lab, ha realizzato un programma libero da 150.30 punti (79.30 di valutazione tecnica e 71.00 per i components) – secondo di giornata – con cui ha migliorato la già ottima quinta posizione del corto di ieri. Italia quindi che fa festa, e che verrà così rappresentata fra meno di 5 mesi in Corea del Sud in tutte le prove del pattinaggio di figura.

{}Mattia_Giacomello{}

E a Zagabria, nella 5ª tappa di Junior Grand PrixNik Folini (Agorà Skating Team) chiude la sua performance con 157.46 punti, all’11° posto. Dopo la decima piazza di Salisburgo un altro buon risultato per il vice campione junior tricolore, che ha realizzato oggi un libero da 105.81 (51.17 di valutazione tecnica e 55.64 per i components) migliorando la tredicesima posizione del corto. Sempre in Croazia si apre invece con un 7° posto la gara di Calderone-Papetti: la coppia di danza dell’Agorà Skating Team realizza un corto da 47.52 (24.83 di valutazione tecnica e 22.69 per i components) all’esordio sulla scena internazionale e tornerà sul ghiaccio domani, insieme ad Elisabetta Leccardi (Agorà Skating Team) nell’individuale femminile, per il programma libero.