F1, Verstappen mette in guardia Ferrari e Mercedes: “a Singapore siamo una minaccia”

SportFair

L’eventuale passaggio della Red Bull dal motore Renault a quello Honda non preoccupa Verstappen, concentrato per adesso solo su questa stagione

Il Gp di Singapore rappresenta un’ottima occasione per la Red Bull di vincere un’altra gara in questa stagione, dopo la vittoria di Ricciardo a Baku.

LaPresse/Photo4

Il team di Milton Keynes non ha nulla da perdere e, già da domani, proverà a mettere in difficoltà Ferrari e Mercedes, impegnate con Vettel e Hamilton nella corsa al titolo mondiale. Chi spera in un sorriso è anche Max Verstappen, interrogato non solo sulle possibilità di vittoria ma anche sul possibile passaggio della Red Bull alla Honda: “alla fine non sono io che devo prendere questa decisione. Io so che l’anno prossimo guiderò una Red Bull-Renault e poi vedremo” le parole di Verstappen riportate da Motorsport.com. In primo luogo dobbiamo vedere cosa farò nel 2019, ma non sono preoccupato per questo. Voglio concentrarmi sull’inizio del 2018 e vedere quanto saremo competitivi. Potrebbe essere che il motore Honda sia molto competitivo l’anno prossimo, ma non so cosa sia stato deciso per il futuro. Basta aspettare e vedere, voglio solo capire cosa succederà all’inizio del 2018 e poi sapremo“.

LaPresse/Photo4

Parlando poi del Gp di Singapore, Verstappen sottolinea: “penso che se guardiamo a Monaco, siamo stati abbastanza competitivi anche se la nostra vettura non era ancora buona come oggi, specialmente in gara, quindi non vedo l’ora di cominciare il weekend. Possiamo essere forti, ma dobbiamo trovare il giusto set-up. In quel caso penso che possiamo essere davvero una minaccia per Ferrari e Mercedes. E’ difficile dare una percentuale di vittoria, però penso che abbiamo una chance se faremo tutto bene“.

Condividi