LaPresse/Photo4

Conferenza stampa davvero scoppiettante in Malesia, Vettel e Raikkonen accompagnano Verstappen per parlare del crash di Singapore ma anche del nuovo appuntamento di Sepang

Quanto accaduto a Singapore ormai quasi due settimane fa è alle spalle, la Formula 1 è pronta a vivere un nuovo e imperdibile appuntamento del proprio calendario. Si alza il sipario sul Gp della Malesia, teatro dell’ennesimo duello per il titolo iridato tra Lewis Hamilton e Sebastian Vettel.

LaPresse/Photo4

Il divario tra i due è salito a 28 punti a favore del britannico dopo il Gp di Singapore, vinto dal pilota della Mercedes grazie anche all’incidente che, al via, ha eliminato i due ferraristi e Verstappen. Proprio questi ultimi sono i protagonisti della conferenza stampa di oggi, scelti appositamente dalla FIA per archiviare il crash e concentrarsi sul Gp di Sepang. “Non ho molto da aggiungere circa quanto accaduto a Singapore – commenta Raikkonen in conferenza stampa – siamo andati avanti e ci riproveremo. Da quando sono in Formula 1 ogni team fa un meeting prima delle qualifiche, quindi non c’è nulla di nuovo. In ogni gara cerchiamo di presentarci per cercare di vincere, quello che accade in passato non cambia il nostro approccio per le gare successive.

LaPresse/Photo4

Credo che questo in Malesia sia un circuito abbastanza bello, il tracciato aiuta. Allo stesso tempo è un po’ complicato, anche se ormai ci siamo abituati rispetto ai primi tempi. Nel complesso ci sono state belle gare qui, il resto non conta più di tanto. Ho vinto la mia prima gara in assoluto qui, è passato un po’ di tempo ma la ricordo benissimo. Ho tanti bei ricordi qui a Sepang, quando torni tante volte nello stesso posto hai molti pensieri positivi. Come affrontare il caldo qui in Malesia? Non credo ci sia nulla di diverso da fare, fa più caldo rispetto alle altre gare ma da parte mia non credo che si debbano fare cose diverse. Magari si può bere un pochino di più, ma tutto si esaurisce lì. In prova c’è più caldo, ma quando guidi non senti nulla.

LaPresse/Reuters

La nostra stagione è stata piena di alti e bassi, alla fine chi ottiene più punti è il migliore ed è inutile isolare una gara dalle altre. Va guardato tutto nel complesso, non singolarmente. Ogni week-end non sappiamo come andranno le cose in anticipo, speriamo che vada tutto bene. Bisogna partire nel modo più lineare possibile, fare le cose nel modo giusto e fare del nostro meglio sabato e domenica. Non so se mi mancherà il Gp della Malesia, vediamo troppo poco della città per godercela”.