LaPresse/Photo4

Nella prima delle quattro FP1 a cui parteciperà con la Sauber, Charles Leclerc ha subito stupito tutti, precedendo di 372 millesimi il compagno di squadra Wehrlein

Non poteva concludersi meglio la giornata per Charles Leclerc, riuscito nella prima sessione di prove libere a stare davanti di 372 millesimi al compagno di squadra Pascal Wehrlein.

LaPresse/Photo4

Un biglietto da visita niente male per il pilota monegasco che ha inoltre completato l’intero lavoro assegnatogli dalla Sauber portando la monoposto integra al box al termine della sessione. “Okay, non è in effetti semplice salire per la prima volta su una monoposto in condizioni di pista bagnata – le parole di Leclerc riportate da Motorsport.com – sapendo poi di non avere tanto tempo a disposizione. Alla fine ho completato solo otto giri lanciati, ma comunque è stata una bella esperienza. In Formula 1 ogni giro è prezioso, e sono molto contento di aver completato il lavoro che mi ha chiesto la squadra. Nei primi cinque giri ho faticato molto per riuscire a portare in temperatura gli pneumatici, poi ho cercato di spingere pensando però a non commettere errori. Il primo obiettivo era infatti quello di riportare la monoposto integra a fine sessione, ed oggi era facile finire contro le barriere. Mi piace molto guidare sul bagnato, ma ovviamente non sono riuscito ad ottenere il cento per cento dalla monoposto, le condizioni erano insidiose, e farlo avrebbe comportato dei rischi che oggi non era certo il caso di prendersi. Non sento la pressione ed è qualcosa che ho imparato a gestire negli ultimi anni. So che mi è chiesto di dare il meglio di me stesso, e sono abbastanza sicuro che se faccio un buon lavoro in pista arriveranno i risultati e le chance. Questo è il modo in cui vedo le cose, e finora ha funzionato“.