LaPresse/Photo4

Lewis Hamilton piacevolmente sorpreso da quanto accaduto a Sebastian Vettel: le sensazioni del britannico della Mercedes dopo la pole in Malesia

Giornata che in molti, soprattutto in casa Ferrari, ricorderanno, quella di oggi a Sepang. Delusione e amarezza per Sebastian Vettel che domani partirà dall’ultima posizione della griglia del Gp della Malesia a causa di un problema alla sua monoposto. Nonostante un Raikkonen super è Lewis Hamilton il poleman della gara malese: il britannico ha conquistato la sua quinta pole sul circuito di Sepang, raggiungendo così Michael Schumacher, e partirà davanti a tutti per la 70ª volta in carriera.

LaPresse/Photo4

Se in un primo momento Hamilton si era detto dispiaciuto per quanto accaduto al suo diretto rivale Sebastian Vettel, adesso sembra aver cambiato idea: “non ha un sapore più dolce al momento, ma è un po’ scioccante, una sorpresa, una sorpresa piacevole perchè non me l’aspettavo e quindi sono ancora più grato perchè il giro è stato molto buono ma con la macchina di ieri sicuramente oggi non ce l’avrei fatta, la pista è venuta nel nostro verso e la macchina è andata bene, contento di avere avuto questa possibilità oggi“, ha dichiarato il britannico ai microfoni di Sky Sport.

LaPresse/Photo4

Credo che la gara della Malesia sia sempre stata misteriosa, 5 pole e una sola vittoria, in 10 anni ho sempre combattuto con questa gara, spero di poter cambiare tutto questo domani e lasciare con un risultato storico l’ultima volta qui in Malesia“, ha concluso Hamilton.

LaPresse/Photo4

Ieri abbiamo vissuto una giornata difficile. Non sono riuscito a dormire bene, e lo stesso vale anche per i miei ingegneri. Non sapevamo se saremmo stati in grado di risolvere o meno i nostri problemi. Quando oggi siamo scesi in pista, invece, la nostra vettura andava decisamente meglio anche se le Ferrari si trovavano ancora davanti. Oggi siamo riusciti a realizzare un ottimo giro per conquistare la pole. Non so come sia riuscito ad ottenerla. Sinceramente sono rimasto sorpreso”, ha affermato il leader della classifica piloti come riportato da Motorsport.com.

LaPresse/Photo4

Mentre sulla scelta di non optare per il nuovo pacchetto usato dal suo compagno di squadra ha spiegato: “prima delle qualifiche ero tentato dall’adottare il nuovo pacchetto aerodinamico. I tempi tra me e Valtteri erano simili e lui era soddisfatto, tuttavia non c’era molto tempo a disposizione e qualora non mi fossi trovato a mio agio non avremmo avuto la possibilità di tornare alla specifica precedente. Questo è il motivo per il quale ho utilizzato il vecchio pacchetto. Con questa soluzione siamo riusciti a progredire anche a livello di assetto“.

LaPresse/Photo4

Nelle ultime libere abbiamo compiuto dei long run di cinque giri circa e la vettura reagiva decisamente meglio rispetto alla giornata di ieri, anche se ci mancavano ancora 4 o 5 decimi dai nostri rivali. Abbiamo apportato alcune modifiche prima della qualifica che hanno funzionato e dovrebbero aiutarci anche in gara” ha concluso.