LaPresse/Photo4

Romain Grojean ha raccontato gli attimi successivi all’incidente avvenuto ieri sul circuito di Sepang, causato da un tombino alzato da Bottas

L’incidente di Romain Grosjean è stato senza dubbio l’argomento principale del venerdì di Sepang, un botto incredibile causato da un tombino apertosi sul cordolo della curva 13 dopo il passaggio di Bottas. Una situazione incontrollabile per il pilota francese, ritrovatosi in pochi secondi senza gomma e contro le barriere.

Dall’abitacolo non l’ho proprio visto, non ho fatto in tempo a realizzare che c’era qualcosa di strano al posteriore che mi sono trovato nelle barriere” le parole di Grosjean, schiantatosi a 280 all’ora contro le barriere in un impatto calcolato in 17 G. “La gomma è esplosa e io ho dato una bella botta, l’impatto è stato calcolato in 17 G. Quando ho preso il tombino andavo a 270-280 all’ora, quella curva si fa in pieno“. Furioso anche il team principal del Team Haas Gunther Steiner: “è inconcepibile che nel 2017 su una pista permanente possa accadere qualcosa del genere. Dovesse ripetersi in gara, potrebbe avere effetti disastrosi”. La scuderia americana ha poi chiesto e ottenuto una deroga alla Fia per riparare la vettura nella notte e potersi presentare oggi regolarmente in pista.