LaPresse/Spada

L’ex vicepresidente della Camera di commercio italiano-cinese parla a titolo personale dell’Inter di Suning: ecco perché il popolo nerazzurro trema

LaPresse/Xinhua

Inter, la Cina è amara – Dichiarazioni che mettono nei guai l’Inter e non solo, le parole rilasciate dal Fu Yixiang, ex vicepresidente della Camera di commercio italo-cinese fino al 2016, ai microfoni di TeleLombardia sono davvero preoccupanti per il futuro e le ambizioni di vertice del club nerazzurro, anche se risultano essere a titolo personale e non rappresentano il Governo.

Inter, la Cina è amara – “L’Inter l’anno scorso ha investito, quest’anno non ha potuto fare quello che ha fatto l’anno prima. Non è facile spostare il capitale cinese all’estero, specie se non puoi investire su un club sportivo. Ad esempio al Parma tutti aspettano l’autorizzazione degli investimenti cinesi, ma non so se è ancora arrivata l’autorizzazione”, le parole di Fu Yixiang. Che poi aggiunge: “in Cina si parla di investimenti incomprensibili di Suning per l’Inter, non si capisce quale aiuto potrebbe dare al calcio cinese investire sul club nerazzurro e si può portare a fuga di capitale. Si è parlato sia dell’acquisizione del Milan, sia dell’Inter e si parlava di investimento incomprensibile: Suning è l’azienda più famosa, quindi è stata più colpita dalla citazione da parte del servizio della tv di Stato. l’Inter ha due problematiche: il problema di esportare i soldi dalla Cina e anche quello di pareggiare il bilancio per il fair play, quindi il problema con l’Uefa. Quello del Milan è un caso a parte, che sinceramente non riesco a giudicare”ha concluso Fu Yixiang, ex vicepresidente della Camera di commercio italo-cinese fino al 2016, nel corso della sua intervista a TeleLombardia.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE