LaPresse/Xinhua

Andrea Bocelli, grande tenore, svela i suoi corridori preferiti del passato e del presente

Syspeo/ANDBZ/ABACA

Il Giro della Toscana ha visto momenti indimenticabili. Oltre alla competizione i tifosi hanno potuto ascoltare le parole di Andrea Bocelli. Il maestro è stato ospite al Teatro del Silenzio di Lajatico dove ogni anno tiene un concerto. In questa città fa base la Andrea Bocelli Foundation che porta avanti delle lodevoli iniziative.

Andrea Bocelli è un amante del ciclismo. Conosce molto bene i corridori  in attività e in passato ha trascorso il Capodanno assieme all’ex velocista Alessandro Petacchi. Il maestro ha spiegato quando ha incominciato ad appassionarsi al ciclismo e chi sono i suoi corridori preferiti: “io sono del 1958. I miei primi ricordi di ciclismo sono legati a Merckx, Gimondi, Motta, Adorni – ha dichiarato Bocelli come riportato da La Gazzetta dello Sport -. Ora il riferimento è Nibali, ma anche tutti gli altri ciclisti che fanno fatica”.