ph. canottaggio.com

Mondiali di canottaggio. Un oro e un argento per l’Italia nella prima giornata di finali

Giornata di medaglie per l’Italia a Sarasota (Florida), sulle acque del Nathan Benderson Park, dove la nazionale di Francesco Cattaneo ha vinto una storica medaglia d’oro nel quattro di coppia pesi leggeri (Asja Maregotto, Paola Piazzolla, Federica Cesarini, Giovanna Schettino). Storica perché è la prima volta che il quattro di coppia pesi leggeri femminile, dopo il bronzo conquistato a Chungju (Corea) nel 2013, arriva in cima al gradino più alto del podio. Una medaglia conquistata al termine di una gara combattutissima nella quale l’Italia ha messo in fila l’Australia, che ha vinto l’argento dopo aver cercato di contrastare per tutti i duemila metri le azzurre, e la Cina, bronzo, che non è mai scesa dalle posizioni per il podio. Medaglia d’argento per il due senza Pesi Leggeri di Giuseppe Di Mare e Alfonso Scalzone che, dopo il titolo iridato Under 23 conquistato nel luglio scorso in Bulgaria, salgono sul podio anche tra i grandi. L’Irlanda mantiene per tutto il percorso un passo forsennato, che non spaventa però gli azzurri bravi a non uscire mai dal gruppo in lotta per la medaglia e a sfilare dal collo del Brasile la medaglia d’argento negli ultimi 300 metri.

Il quattro di coppia Pesi Leggeri maschile di Matteo Mulas, Catello Amarante, Martino Goretti e Andrea Micheletti è quarto nel rocambolesco finale che vede la Francia conquistare la medaglia d’oro su Gran Bretagna e Grecia. Sempre incollati al gruppo in lotta per il podio, i quattro pielle del quadruplo negli ultimi 300 metri provano a sorprendere i greci con una chiusura decisa, che però non basta per cogliere il bronzo, che sfugge per meno di mezzo secondo. Chiude al quinto posto il due con composto da Jacopo Mancini, Vincenzo Abbagnale e timoniere Riccardo Zoppini dietro la Gran Bretagna e davanti alla Spagna, in una finale che vede l’Ungheria avere la meglio allo sprint sull’Australia, con la Germania medaglia di bronzo.

In apertura di giornata, spazio alle ultime semifinali, con l’Italia che centra la finale nel doppio Senior maschile grazie al terzo posto di Filippo Mondelli e Luca Rambaldi alle spalle di Polonia e Norvegia. Niente da fare invece per il doppio Senior femminile di Kiri Tontodonati e Stefania Gobbi e per il singolo PR1 maschile di Simone Baldini, entrambi quarti nelle rispettive semifinali. Domani seconda giornata di finali con inizio alle 10.08 (16.08 in Italia) con il quattro con PR3 misto, alle 10.38 (16.38) il due senza senior maschile, 10.53 (16.53) il doppio pesi leggeri maschile, 11.23 (17.23) il quattro senza senior maschile. Dalle ore 23.30 differita su RaiSport.

RISULTATI DELLE FINALI

QUATTRO DI COPPIA PESI LEGGERI FEMMINILE 1. Italia (Asja Maregotto-SC Padova, Paola Piazzolla-Fiamme Rosse, Federica Cesarini-Fiamme Oro/Gavirate, Giovanna Schettino-CC Aniene) 6.33.97, 2. Australia (Amy James, Alice Arch, Georgia Miansarow, Georgia Nesbitt) 6.35.47,3. Cina (Xulian Xuan, Ling Shen, Dandan Pan, Fang Chen) 6.36.33, 4. Canada (Patricia Mara, Jennifer Casson, Jill Moffatt, Ellen Gleadow) 6.36.46, 5. Gran Bretagna (Gemma Hall, Robyn Hart-Winks, Madeleine Arlett, Eleanor Piggott) 6.47.94, 6. Giappone (Atsumi Fukumoto, Ai Kawamoto, Natsumi Yamaryo, Ai Tsuchiya) 6.49.62.

DUE SENZA PESI LEGGERI MASCHILE: 1. Irlanda (Mark O?Donovan, Shane O?Driscoll) 6.32.42, 2. Italia (Giuseppe Di Mare, Alfonso Scalzone-RYC Savoia) 6.34.20, 3. Brasile (Xavier Vela Maggi, William Giaretton) 6.35.30, 4. Gran Bretagna (Joel Cassels, Sam Scrimgeour) 6.37.56, 5. Russia (Nikita Bolozin, Aleksei Kiiashko) 6.45.52, 6. USA (John Devlin, Alex Twist) 6.59.01.

QUATTRO DI COPPIA PESI LEGGERI MASCHILE:1. Francia (Francois Teroin, Damien Piqueras, Maxime Demontfaucon, Stany Delayre) 5.51.85, 2. Gran Bretagna (Edward Fisher, Zak Lee-Green, Peter Chambers,  Gavin Horsburgh) 5.52.02, 3. Grecia (Ninos Nikolaidis, Panagiotis Magdanis, Spyridon Giannaros, Eleftherios Konsolas) 5.53.64, 4. Italia (Matteo Mulas-CL Terni, Catello Amarante-Marina Militare, Martino Goretti, Andrea Micheletti-Fiamme Oro) 5.54.12, 5. Giappone (Hideki Omoto, Mitsuo Nishimura, Yasushi Fukui, Kazuki Nara) 5.56.99, 6. Svizzera (Matthias Fernandez, Andri Struzina, Fiorin Rueedi, Pascal Ryser) 5.58.33.

DUE CON: 1. Ungheria (Adrian Juhasz, Bela Simon Jr., tim. Andrea Vanda Kollath) 6.54.80, 2. Australia (Darcy Wruck, Angus Widdicombe, tim. James Rook) 6.56.60, 3. Germania (Malte Grossmann, Finn Schroeder, tim. Jonas Wiesen) 6.58.37, 4. Gran Bretagna (Thomas Ford, Timothy Clarke, tim. Harry Brightmore) 7.01.61, 5. Italia (Jacopo Mancini-Tevere Remo, Vincenzo Abbagnale-Marina Militare, tim. Riccardo Zoppini-SC Varese) 7.08.69, 6. Spagna (Jaime Lara Pacheco, Marco Sardelli Gil, tim. Tomas Jurado Diaz) 7.13.04 .