fabio aru
LaPresse/Reuters

Fabio Aru non molla e vuole ricucire il distacco in classifica generale. Per il sardo la Vuelta di Spagna non è chiusa

LaPresse/Reuters

La nona tappa della Vuelta di Spagna si è conclusa con la vittoria di Chris Froome. Il britannico ha staccato con grande facilità i suoi avversari e trionfando meritatamente a Cumbre del Sol. Il ciclista del team Sky sta sempre più selezionando il gruppo dei big con solo Chaves e Contador a rispondere sempre sulle salite. Romain Bardet oramai è quasi fuori dai giochi e Aru e Nibali cercano di resistere alle ‘frullate’ del Keniano Bianco.

Fabio Aru ha cercato di rimanere a ruota di Chris Froome ma non c’è stato verso di staccarlo e anzi nell’ultima salita ha perso contatto dal britannico. La maglia tricolore ha chiuso a 17″ dal ciclista del Team Sky ma insieme al gruppo dei migliori.

LaPresse/Reuters

Sul sito dell’Astana, Fabio Aru ha analizzato la prestazione in queste prime tappe della corsa iberica: “la prima parte della Vuelta di Spagna è finita e a causa del mio riposo dopo il Tour de France mi è mancata un po’ di brillantezza. La corsa è ancora lunga e ci sono tante sfide da percorrere. Vedo un piccolo divario in classifica generale e spero che la mia condizione crescerà nelle prossime due settimane.”