Vuelta di Spagna, dopo il buio la resurrezione di Chaves: “fatto un lavoro brillante, ho cercato si seguire Froome ma…”

Esteban Chaves ritrova il sorriso dopo una prima parte di stagione amara. Il ciclista della Orica Scott durante la terza tappa della Vuelta di Spagna ha provato a stare accanto a Chris Froome

LaPresse/EFE

Il peggio è passato e la fine del tunnel si avvina sempre più per Esteban Chaves. Il ciclista della Orica Scott in questa stagione non ha potuto correre al 100% a causa di numerosi problemi fisici. Il colombiano nell’intera prima parte di stagione non ha corso e solo ora sta riuscendo a esprimere il suo potenziale. La Vuelta di Spagna servirà a Chaves per immagazzinare energie e cercare di vincere almeno una tappa. La Orica Scott ha atteso a lungo questo suo ritorno e per aiutarlo sono stati convocati i fratelli Yates.

Esteban Chaves ha raccontato la sua prestazione realizzata durante la terza tappa della Vuelta di Spagna: ho cercato di seguire Froome ma non ci sono riuscito. Ero al limite della mia condizione. Sapevamo che sarebbe stato difficile ma non mi aspettavo un Froome così agguerrito – ha dichiarato Chaves come riportato da Cyclingnews -. La squadra ha realizzato un lavoro brillante e non posso lamentarmi del risultato ottenuto”.