Sci alpino, è morto Armando Trovati: storico fotografo della Coppa del mondo

Si è spento all’età di 73 anni Armando Trovati, conosciuto da tutti come lo storico fotografo della Coppa del mondo di sci

E’ scomparso ieri a Milano, a 73 anni, Armando Trovati, storico fotografo della Coppa del mondo di sci. Armando cominciò giovanissimo a frequentare le gare di sci, sin dalla stagione ’68/’69, e, di fatto, inventò la figura del fotoreporter sulle piste.

Negli anni non mancarono gli appuntamenti con tutte le edizioni dei Mondiali e delle Olimpiadi. Fu grande amico di tutti i campioni degli sport invernali, a partire da Alberto Tomba, sulla cui carriera pubblicò un bellissimo libro fotografico “Effetto Tomba”. Ma nessuno dei grandi campioni mancava nella personale agenda di Trovati. Si era ritirato da qualche anno, vessato da problemi di salute che ha sempre combattutto con grande tenacia e dignità, avendo sempre in mente un ritorno sulla neve. I suoi figli, Alessandro e Marco, proseguono l’attività di famiglia e sono tutt’ora tra i più apprezzati fotografi della neve e dello sci.

Anche il ciclismo e il golf (sua passione sportiva negli anni più recenti) rientravano fra le passioni di Armando, che si trovò spesso a scattare i momenti più importanti della storia dello sport. Memorabile lo scatto dell’uscita di Stenmark nel parallelo della Val Gardena del ’75, che consegnò la Coppa a Gustavo Thoeni. Il mondo dello sci alpino è in lutto per la perdita di questo grande protagonista di tanti anni di gare e di sport. I funerali si terranno martedì 8 agosto, alle 11, presso la chiesa di Sant’Angela Merici, in via Cagliero, a Milano. Il Presidente Flavio Roda e tutta la Federazione Italiana Sport Invernali sono vicini alla famiglia Trovati in questo triste momento.