LaPresse/EFE

L’Italirugby femminile batte la Spagna e termina al nono posto al Women’s Rugby World Cup. Il CT Di Giandomenico è soddisfatto della prova

Con una meta all’extra time di Sara Barattin si conclude al nono posto l’avventura al Mondiale della Nazionale Italiana Femminile. Le Azzurre di coach di Giandomenico hanno superato la Spagna 20-15 nel quinto ed ultimo incontro della Women’s Rugby World Cup.

LaPresse/EFE

E’ stata la vittoria del gruppo – ha esordito Di Giandomenico – . Il primo tempo, pur giocando bene in difesa, non siamo riusciti ad esprimerci bene in attacco e abbiamo sofferto la velocità delle spagnole. Nella ripresa siamo riuscite a mettere in campo la nostra voglia di vincere il match riuscendo a ribaltare il risultato. Nel finale abbiamo avuto una ghiotta occasione per chiudere la partita con Melissa Bettoni e abbiamo peccato di leggerezza facendoci raggiungere all’ultimo respiro. La meta di Sara Barattin è stata la giusta “ricompensa” per quanto messo in campo”.

Parte delle veterane del gruppo lascerà il gruppo Azzurro: “sarà una perdita importante sia a livello umano che tecnico. Sono orgoglioso di aver seguito da vicino la loro crescita. Abbiamo una solida base da cui ripartire in vista dei prossimi impegni”.

LaPresse/EFE

E’ stata una emozione enorme – ha dichiarato Sara Barattin – . Andare in meta con la maglia Azzurra è sempre bello, ma oggi ha un sapore speciale. Abbiamo giocato una gran partita e ci meritavamo la vittoria. Siamo state presenti sia in fase offensiva che difensiva. Ho vissuto un sogno ad occhi aperti guidando da capitano la Nazionale Italiana al Mondiale. Da domani il gruppo perderà sicuramente una parte importante con l’addio di alcune giocatrici che hanno fatto la storia dell’Italdonne. Il ricambio generazionale fa parte del gioco e ripartiremo con la voglia di fare sempre meglio”.