LaPresse/EXPA

Nella conferenza stampa di presentazione del British Gp, Maverick Viñales ha risposto a diverse domande dei media in merito alla prossima gara: interessante il parere su Ducati e Honda

Si prospetta un weekend all’insegna dei motori: MotoGp e F1 si dividono infatti il fine settimana di gara che sta per iniziare. Se le quattro ruote sfrecceranno in Belgio, i campioni delle due ruote si sfideranno a Silverstone. Arrivano sicuramente col sorriso in terra britannica Dovizioso e Marquez, dopo lo spettacolare duello della scorsa gara in Austria, un po’ demoralizzati ma sempre con un pizzico di fiducia a cui rimanere aggrappati invece i piloti Yamaha.

In attesa che si accendano domani i motori per le prime sessioni di prove libere, i piloti hanno incontrato oggi la stampa per raccontare le sensazioni con le quali arrivano a Silverstone. Maverick Viñales è stato uno dei piloti più ‘interrogati’ dai giornalisti e il giovane spagnolo non si è di certo tirato indietro.

È sempre bello venire qui a Silverstone – ha esordito il pilota Yamaha – anche perchè ho dei bei ricordi soprattutto in categoria cadetta. Credo sia importante dare il 100% sin dall’inizio cercando di dare il massimo e lavorare duro. Saranno cruciali le decisioni sulle gomme durante la gara, le FP2 saranno importanti in questo senso. Stiamo migliorando, stiamo cercando di lavorare bene anche ai test, a Misano abbiamo lavorato sull’elettronica e mi sono sentito molto a mio agio sulla moto. Mi sento fiducioso anche qui a Silvesrtone“.
Interessante il commento del giovane spagnolo alle dichiarazioni di Rossi in merito ad una Yamaha meno competitiva di Honda e Ducati: “dobbiamo fare del nostro meglio soprattutto nell’elettronica che è una delle cose più importanti, nel mio caso, per la preparazione della gara a Silverstone. – ha spiegato Maverick – Io mi sono sentito molto a mio agio, serve mantenere questa visione positiva e cercare nelle FP1 di lavorare bene, duro e preprare una buona gara”.
Vinales ha poi parlato dei numerosi avvallamentis ul circuito di Silverstone e sulle possibili difficoltà della Yamaha. “Dobbiamo vedere le condizioni del tracciato, se è come l’anno scorso, la nostra moto funziona bene, ad Austin in Argentina in quegli avvallamenti la nostra moto ha funzionato bene, spero che la nostra moto si comporti allo stesso modo. – ha dichiarato Viñales – È comunque difficile avere un setup per questo tipo di condizioni e anche per il resto del tracciato, o lavori su uno o sull’altro, noi cerchiamo di lavorare ad un buon setup per entrambi“.

Breve la risposta sul possibile spostamento del Gp a Donnington: “io non ho mai corso a Donnington, ma mi sembra un buon tracciato. Mi piace molto Silverstone e vorrei continuare qui“, ha dichiarato lo spagnolo che poi ha risposto così ad una strana domanda social: “come chiamerei la mia moto? Mmm… credo ‘My Baby’, si la chiamerei così!“.