LaPresse/Costanza Benvenuti

Valentino Rossi esilarante e felice: tra battute e analisi il Dottore commenta così la sua gara di oggi a Silverstone

Una gara strepitosa oggi a Silverstone. Andrea Dovizioso, partito dalla sesta posizione in griglia di partenza, ha conquistato una vittoria da urlo al Gran Premio della Gran Bretagna, lasciandosi alle spalle Maverick Vinales che sul finale ha messo sotto pressione il ducatista e Valentino Rossi, che ha comandato la corsa per gran parte del tempo.

LaPresse/PA

Felice, sereno, sorridente e con la battuta pronta il Dottore, che non nasconde di avere un pizzico di amaro in bocca per aver chiuso al terzo posto dopo una gara tutta al comando: “oggi ho pensato al campionato perchè, potevo vincere facilmente, poi ho visto Marquez out sulla tabella allora ho rallentato“, ha scherzato Rossi ai microfoni di Sky Sport. “Sono molto contento è stata una grande gara, sono riuscito a guidare al massimo dall’inizio alla fine, stare concentrato non fare errori. Non posso non essere felice per essere sul podio, era il mio obiettivo, ma dopo una gara così un po’ dispiace, avevo iniziato a godere abbastanza, purtroppo negli ultimi giri soffro un po’ troppo, mi scivola la gomma un po’ di più, gli ultimi 4 giri ho alzato il ritmo e quello è bastato per farmi battere“, ha aggiunto il campione di Tavullia.

LaPresse/PA

“In questo weekend dopo i test di Misano abbiamo fatto uno step, qui la moto è andata subito bene, quello ha aiutato ma ancora non basta, sappiamo dove dobbiamo lavorare e quali sono i problemi, spero vivamente di poter dare il mio supporto e apporto per risolvere questi problemi prima della fine del campionato e fare una bella lotta all’ultimo giro con Dovizioso che ogni volta che mi passa va troppo forte e faccio fatica“, ha continuato Rossi che nonostante abbia recuperato un po’ di punti sul leader della classifica, che adesso è Dovizioso, non sembra aver cambiato idea rispetto a qualche giorno fa: “ho recuperato sì, era molto meglio averne nove in più ma non ce l’ho fatta, siamo molto vicini può succedere di tutto, per il campionato la vedo scura, ma il mio obiettivo è  fare gare così, stare davanti essere protagonista e credo che riusciremo a risolvere i nostri problemi, essere forti“.

Sulle sue difficoltà con le gomme infine ha spiegato quali sono le differenze tra lui e Vinales: “delle volte con la Michelin succede quello che succede a volte con la Pirelli, lo dico perchè il mio capotecnico Galbusera viene dalla Superbike e anche a loro succedeva una cosa simile, a volte più è caldo più va meglio la morbida, io ho la mia idea, le tre gomme della Michelin sono veramente simili. Oggi Vinales mi è arrivato davanti perchè lui soffre un po’ meno il calo dietro per la sua corporatura o per come sta sulla moto, più che altro è stato quello invece che la gomma, io non avrei potuto fare meglio di così con la morbida. L performance sono veramente simili“.

LaPresse/EXPA

Misano è la mia gara di casa e perchè è la prossima, da qui alla fine sono tutte piste che mi piacciono, speriamo di essere forti e lottare per il podio più volte possibili. capisco Marquez, mi è successo l’anno scorso al Mugello e d è stato il crocevia del mio mondiale, dispiace perchè succede poche volte, ma ogni tanto capita, non siamo lontani, ci proviamo ma è difficile“, ha concluso Rossi.